Differenze tra le versioni di "Coco (film 2017)"

(rb)
Nel cimitero, Miguel incontra i suoi parenti defunti, sorpresi dal fatto che il bambino li possa vedere. La famiglia crede che ciò sia collegato al fatto che Imelda non sia in grado di oltrepassare il ponte di fiori che collega la Terra dell'Aldilà con il mondo dei vivi; infatti, la causa è l'assenza del ritratto di Imelda, rotto dal bambino, dall'''ofrenda'' (offerta in italiano) di famiglia. Un impiegato spiega che Miguel è maledetto per aver sottratto un oggetto a un morto e che, se non ritorna nel mondo dei vivi entro l'[[alba]], rimarrà per sempre in quel luogo. Miguel, che comincia a trasformarsi lentamente in uno scheletro, può in realtà tornare immediatamente a casa grazie alla benedizione di un membro della famiglia, tramite un petalo di [[Tagetes erecta|calendula]]; Imelda si offre di dargli la benedizione, ma alla condizione che non suoni più per tutta la vita. Miguel rifiuta, dandosela a gambe.
 
Durante la fuga si imbatte in uno spirito, Héctor, il quale accetta di aiutarlo a rintracciare Ernesto de la Cruz in cambio della promessa di inserire la sua foto nell'''ofrenda'' di famiglia, per non essere dimenticato e poter passare al mondo dei vivi. Héctor consegna a Miguel la chitarra di un suo amico, Chicharrón, che poco dopo si dissolve in polvere dorata perché nessuno, nel mondo dei vivi, lo ricorda più, spiegando che è una cosa che prima o poi succede a tutti nel mondo dei morti, ma in realtà essi vanno tutti in un'altro luogo sconosciuto.
 
Héctor dipinge il viso di Miguel in modo da farlo passare per uno spirito, cosicché possa esibirsi ad una gara di musica il cui premio è l'ingresso alla festa di Ernesto de la Cruz.
4 141

contributi