Differenze tra le versioni di "Sala celtica"

Le prostitute riscontrate infette erano obbligatoriamente inviate, anche sotto scorta di [[carabiniere|carabinieri]] nella sala celtica dell'ospedale preposto (articolo 152 del T.U.LL.SS. abrogato con la legge Merlin<ref>D. Valentini, 1996</ref> n° 75, 20 febbraio 1958,) ed ivi internate, tale attività di controllo e di internamento forzato con tanto di foglio di via venne applicato anche durante la [[prima guerra mondiale]] con l'internamento nella sala celtica di [[Palmanova]]<ref>[http://seieditrice.com/chiaroscuro/files/2010/03/V3_U2-ipertestoA.pdf Guerra e identità di genere in Italia]</ref>.
 
Durante il [[Storia dell'Italia fascista|periodo fascista]] la sala celtica venne anche usata per [[Medicina forense|esami medico forensi]] per ricercare tracce di pratica [[omosessuale]] passiva in soggetti arrestati e ritenuti socialmente pericolosi<ref>L. Benadusi, 2005, pag 150</ref>.
 
Il cattivo funzionamento di queste sale fu anche oggetto di alcuni interrogazioni parlamentari, tra cui quella del deputato Pino fatta alla Camera nel 1952 riguardante la sala celtica dell'ospedale Piemonte di [[Messina]]<ref>[http://legislature.camera.it/_dati/leg01/lavori/stenografici/sed0903/rsi0903.pdf Atti parlamentari - Camera dei deputati]</ref> e del senatore Valenzi , nel 1957, sull'ospedale di [[Torre Annunziata]]<ref>[http://www.senato.it/service/PDF/PDFServer/BGT/473373.pdf Senato della repubblica - 522ª seduta]</ref>.
Utente anonimo