Differenze tra le versioni di "Diffusore acustico"

Etichette: Modifica da mobile Modifica da web per mobile
Un altro esempio di diffusore passivo è il [[diffusore di Schroeder]] Questo particolare diffusore non ha trasduttori elettromeccanici e appartiene alla famiglia dei sistemi di correzione acustica architettonica.
 
== Diffusore attivo (amplificato) e passivo (preamplificato) ==
Per le esigenze del mercato professionale alcuni costruttori hanno integrato all'interno della cassa anche l'[[amplificatore]] definendo il sistema ''diffusore attivo'' o ''diffusore amplificato''.
 
Il diffusore attivo è molto apprezzato da chi lo utilizza spesso per allestimenti temporanei, giacché è un sistema singolo ''readypronto to playall'uso'' che necessita solo di corrente e del segnale da amplificare (per altro ulteriori elementi che hanno gratificato questo sistema sono state le recenti innovazioni ''accessibili'' nell'ambito dei collegamenti wireless, e i gruppi di energia a batteria di ridotte dimensioni con - in proporzione - discreta durata); per contro in certi ambiti risulta negativo il suo peso maggiore (contenendo anche tutta l'amplificazione) e la necessità di portare il pericoloso cavo corrente e il fragile cavo segnale in luoghi in cui il solo (robusto) cavo di amplificazione sarebbe preferibile (es: palco di concerti, installazioni all'aperto o in altezza).
 
Nel mercato ''consumerdei consumatori'' e ''amatoriale'' questo tipo di diffusore è apprezzato ovviamente per il suo ridotto ingombro complessivo, e la questioni di peso e di cablaggio risultano meno importanti data la generale tipologia di installazione fissa (e al chiuso) quale sistema audio semi-pro casalingo o di home-video da pc.
 
La qualità del suono in un diffusore attivo e uno passivo è potenzialmente identica, essendo inoltre la sistemazione dell'amplificatore all'interno oppure all'esterno del diffusore percettivamente difficile da cogliere in contesti normali;, inoltreuna ildifferenza fattomolto chemarcata unè determinatol'ingombro sistemain diquanto speakerle siacasse pilotatoamplificate daavendo un sistema di equalizzazionel'amplificatore e amplificazionefiltri espressamente studiato per lui rende la risposta in frequenzaall'interno della cassastessa piùpermette affidabile,di utilerisparmiare daspazio averee comefacilitarne riferimento ben bilanciato rispetto a certi sistemiil passiviposizionamento, inanche cuise iquesto piùcomporta disparatiun modelliminore divolume speakerinterno possonodella esserecassa pilotati dai più disparati amplificatori ed equalizzatori, anche senzae un'adeguata calibrazioneipotetica didifferenza potenza e dinella risposta in frequenzaacustica.
Le casse amplificate, per il fatto che sono sistema di altoparlanti, pilotato da un sistema di equalizzazione e amplificazione espressamente studiato per lui, rende la risposta in frequenza della cassa più affidabile, in quanto ogni singolo altoparlante può essere pilotato con la sola gamma di frequenze specifiche e dedicate, evitando sovrapposizioni con le altre e migliorando la copertura del segnale.
I sistemi passivi o preamplificati, in cui i più disparati modelli di casse a più altoparlanti possono essere pilotati dai più disparati amplificatori ed equalizzatori, richiedono un'adeguata calibrazione di potenza e di risposta in frequenza, rendendoli di fatto sistemi adatti a soggetti esperti o con buona dimestichezza e conoscenza, ma non adatti a principianti non istruiti sull'argomento, di contro un sistema con amplificatore esterno permette di migliorare la resa nel tempo, in quanto permette di compensare una sostituzione degli altoparlanti della cassa con modelli e caratteristiche differenti, permettendo una maggiore versatilità del sistema.
 
== Tecniche costruttive ==
27 361

contributi