Apri il menu principale

Modifiche

→‎Significato della frase: Aggiunta specifica di dettaglio delle composizioni palindrome dei nomi generici di Dio, come Oloh, Yhwh, Abba
[[File:He-EhyehAsherEhyeh.ogg|thumb|[[Ehyeh-Asher-Ehyeh]]]]
''Ehyeh-Asher-Ehyeh'' (spesso contratto in italiano come ''"IO SONO"'') è uno dei [[#I Sette Nomi di Dio|Sette Nomi di Dio]] trattati con cura speciale dalla tradizione ebraica medievale.<ref>''The Reader's Encyclopedia'', 2ª ed. [[1965]], pubbl. Thomas Y. Crowell Co., New York, edizioni 1948, 1955. Library of Congress Catalog Card Nr. 65-12510, p. 918</ref> La frase si trova anche nella letteratura di altre religioni, usata per descrivere l'[[Essere supremo]], generalmente con riferimento al suo uso nel [[Libro dell'Esodo]]. La parola ''Ehyeh'' è considerata da molti studiosi rabbinici quale derivazione in prima persona del [[Tetragramma biblico|Tetragramma]] - cfr. per es. ''[[Yahweh]]''.
È interessante denotare come spesso i nomi divini che ricoprono non un significato specifico o attributo divino, ma un nome comprendente più attributi o raggruppanti gli stessi, sono in forma di palindromo, da cui i nomi Abba (padre) o Oloh o Yhwh (nella forma alfabetica ebraica '''יהוה''') quindi ''Ehyeh-Asher-Ehyeh'' o ancora ''אלה'' (elà) la cui pronuncia con i segni diacritici sotto le lettere porta alla pronuncia di ''Oloh'' che richiama la forma aramaico siriana ''ܐܠܗܐ'' e a sua volta richiama la forma arabica di ''Allah'' utilizzata sia dagli Arabi-Siriani proto-cristiani che da i Musulmani.
 
== Ebraismo ==
Utente anonimo