Apri il menu principale

Modifiche

m
Bot: spazio dopo segni di punteggiatura e modifiche minori
|casataprincipale =
|titoli = {{simbolo|Croix pattée.svg|10}} [[Sovrani del Principato di Monaco#Signori di Monaco|Signore di Monaco]]<br /><small>([[1297]]–[[1301]])</small><br /><small>([[1331]]–[[1357]])</small><br /><small>([[1395]]–[[1395]])</small><br /><small>([[1397]]–[[1402]])</small><br /><small>([[1419]]–[[1436]])</small><br /><small>([[1436]]–[[1612]])</small><br />{{simbolo|Croix pattée.svg|10}} [[Sovrani del Principato di Monaco#Principi di Monaco|Principe di Monaco]]<br /><small>([[1612]]–[[1793]])</small><br /><small>([[1814]]–''presente'')</small><br />{{simbolo|Croix pattée.svg|10}} [[Sovrani di Baux#Marchesi di Baux della Casa Grimaldi|Marchese di Baux]]<br /><small>([[1642]]–[[1793]])</small><br /><small>([[1814]]–''presente'')</small><br />{{simbolo|Croix pattée.svg|10}} [[Conti e duchi di Valentinois#Elenco dei Conti e Duchi di Valentinois|Duca di Valentinois]]<br /><small>([[1642]]–[[1715]])</small><br /><small>([[1716]]–[[1793]])</small><br /><small>([[1814]]–''presente'')</small><br />{{simbolo|Croix pattée.svg|10}} [[Dogi della Repubblica di Genova#Dogi eletti con carica "biennale" (1528-1797)|Doge della Repubblica di Genova]]<br /><small>([[1671]]–[[1673]])</small><br /><small>([[1703]]–[[1705]])</small><br /><small>([[1728]]–[[1730]])</small><br /><small>([[1752]]–[[1754]])</small><br /><small>([[1756]]–[[1758]])</small><br /><small>([[1773]]–[[1775]])</small>
|fondatore = [[Grimaldo Canella]]
|attualecapo = [[Alberto II di Monaco|Alberto II Grimaldi]]
|datafondazione = [[1162]]<ref>{{cita web|url=http://www.grimaldi.org/|titolo=The House of Grimaldi|lingua=en|accesso=23 ottobre 2017|urlmorto=sì|urlarchivio=https://web.archive.org/web/20071215235056/http://www.grimaldi.org/|dataarchivio=15 dicembre 2007}}</ref><ref>[[Grimaldo Canella]] (...–[[1184]] circa) ricoprì per la prima volta la carica di Console di Genova nel [[1162]]. Successivamente ricoprì lo stesso ruolo per altre due volte, rispettivamente nel [[1170]] e nel [[1184]].</ref>
Vi sono stati rami di [[Sicilia]] con titolo di principi di Xirumi da cui il ramo cadetto [[modica]]no dei [[Giovan Pietro Grimaldi|baroni di Calamenzana]], estintosi nel [[XX secolo]], di [[Spagna]], di [[Bologna]], di [[Carignano]] e di [[Genova]]. Vi furono inoltre il ramo di Londra, detto dei marchesi Grimaldi di Belforte, estintosi nel XIX secolo, quelli del [[Lazio]] e della [[Corsica]], che compaiono nel [[XIII secolo]] nell'[[Ifriqiya]], quello [[Grimaldi di Boglio|di Boglio]], che nel [[XVI secolo]] annoverò un governatore di [[Nizza]] ed i cui membri vissero per secoli come feudatari di [[Casa Savoia]], ed altri minori.
 
=== Ramo di Antibes ===
Da Ingo Grimaldi, figlio di Oberto, nel [[XIII secolo]] ebbe origine il ramo dei Grimaldi di Antibes, un cui rappresentante, Lamberto, ottenne la signoria di Monaco sposando la parente [[Claudina di Monaco|Claudina Grimaldi]].
 
* Maurizio Ulino, ''L'Età Barocca dei Grimaldi di Monaco nel loro Marchesato di Campagna'', Giannini editore, Napoli 2008.
*Paolo Lingua, ''I Grimaldi di Monaco'', De Ferrari, Genova 2014.
*Angelo M.G. Scorza, Le famiglie nobili genovesi, Genova, Fratelli Frilli Editori, 1924
 
== Voci correlate ==
2 737 440

contributi