Differenze tra le versioni di "Sante Monachesi"

m
Bot: spazio dopo segni di punteggiatura e modifiche minori
m (Bot: spazio dopo segni di punteggiatura e modifiche minori)
 
Nel 1950 partecipa alla XXV Biennale di Venezia, mentre viene presentata a Parigi alla galleria Silvagni la seconda personale “Le nouvelles Peintures de Monachesi”. Nel 1951 è presente alla VI Quadriennale di Roma. È ancora presente alle Biennali di Venezia del 1954 e del 1956.
Nel 1952 vince il premio del presidente della repubblica al [[Premio Michetti]] a Francavilla a Mare<ref name="ReferenceA">[ istituto luce servizio sul premio Michetti]</ref>. Nel 1954 vince il [[Premio Michetti]] <ref name="ReferenceA"/>.
Sempre interessato alla ricerca, disponibile a nuove avventure estetiche e ispirato dai nuovi materiali plastici, Monachesi realizza negli anni sessanta le sculture in gommapiuma ed in polimetilmetacrilato. In sintonia con queste nuove scoperte sulla materia e sulla energia attraverso, anche, la conquista dello spazio e lo sconvolgimento dell'agravitazionalità fonda nel 1964 il movimento “Agravitazionale” e stila il primo manifesto Agra. Un movimento in cui l'utopia diventa credibile espressione estetica e si concretizza nella levità delle forme con le opere in “Evelpiuma”. Attraverso la scultura in Evelpiuma “Legare e sciogliere” Monachesi crea l'extra Plastica Agra dell'epoca Agravitazionale.
nel 2010 nell'anniversario dai cento anni dalla nascita Il museo Fondazion Roma Museo gli dedica una importante antologica “ Monachesi” a cura di S. Papetti. Luce Monachesi e Donatella Monachesi, con cento opere più rappresentative del suo percorso artistico.
 
Alcune importanti opere sono presenti nella collezione privata dell'artista, scrittore e pittore Lombardi Simone , personaggio pubblico, Presidente di AEDPD, Associazione Europea Diritti Persone Disabili.
 
Sante Monachesi, nel 1939 sposa l'artista Giselda Parisella (1916-1991) ed hanno due figlie Luce e Donatella
 
Del suo lavoro hanno scritto molti critici e intellettuali tra i quali Filippo Tommaso Marinetti, Antonio Marasco, Palma Bucarelli, Giorgio de Marchis, Giulio Carlo Argan,,Giorgio Bassani, Cesare Vivaldi, Giuseppe Marotta, Aldo Palazzesi, Giuseppe Marchiori, Elverio Maurizi, Franco PassoniEmilio Villa, Franco Cagnetta,
 
<div style="text-align: center">
2 776 243

contributi