Differenze tra le versioni di "Project manager"

m
Spesso denominato in [[Italia]] come "''responsabile di progetto''"<ref>Questa dizione in Italia è spesso equivocata, specie nella picola impresa, perché si pensa-erroneamente-che si stia parlando di un "responsabile della progettazione" o comunque figure addetta alla progettazione e sviluppo, nel senso tecnico del termine. Invece, il PM è un organizzatore, un gestionale (non è raro che non abbia competenze di uno specifico prodotto o processo produttivo).</ref>, può essere un rappresentante del [[committente]] o un dipendente o [[consulente]] della società/organizzazione incaricata di realizzare il progetto (in diversi casi ne esiste uno per parte, ciascuno con responsabilità di progetto verso la propria parte). Il suo obiettivo essenziale è quello di raggiungere gli obiettivi di progetto, assicurando il rispetto dei costi, dei tempi e della qualità concordati e soprattutto il raggiungimento della soddisfazione del committente. A prescindere dal campo di realizzazione del [[progetto]], un bravo ''project manager'' deve essere abile a interpretare gli obiettivi reali del progetto dal suo inizio sino alla fine, assicurandosi che la ''visione'' del committente venga realizzata secondo le sue aspettative nelle ore stabilite.
 
== I compitiCompiti del ''project manager'' ==
I compiti che deve svolgere un ''project manager'' per il successo del progetto si possono dividere in due aree:
* area operativa, legata alle metodologie, agli strumenti e alle tecniche di lavoro per realizzare al meglio gli obiettivi del progetto (hard skills);
20 747

contributi