Differenze tra le versioni di "Clan Mazzarella"

Negli anni settanta l'avvento di [[Raffaele Cutolo]] iniziò a smuovere gli equilibri di potere in città e giocoforza la famiglia Zaza/Mazzarella dovette schierarsi. Cutolo fece la richiesta a Michele Zaza di una tangente di cinquantamila lire su ogni cassa di sigarette dando così il via alla guerra con la federazione della [[Nuova Famiglia]], ai vertici della quale vi erano anche i fratelli Mazzarella.
Dopo che Michele Zaza si fece da parte, i tre fratelli cominciarono ad apparire indipendenti, anche sotto il profilo geografico d'influenza: Vincenzo si era insediato nel rione Luzzatti, nel quartiere di Poggioreale, Gennaro si insediò nella zona del Mercato, e Ciro si collocò fra [[San Giovanni a Teduccio]] e il Pallonetto di Santa Lucia, dedicandosi soprattutto al contrabbando di sigarette. Nel maggio del 1995 viene ucciso Salvatore Mazzarella, 50 anni, fratello di Ciro, Gennaro e Vincenzo. Nel 1996 Marianna, figlia di [[Luigi Giuliano]], sposò Michele Mazzarella, figlio di Vincenzo Mazzarella: quell'unione servì a rafforzare i rapporti tra i due clan più importanti del centro storico e della periferia orientale. Alla fine degli anni novanta, la famiglia Mazzarella entrò in guerra con l'Alleanza di Secondigliano, in particolare contro la famiglia [[Clan Contini|Contini]] del Vasto-Arenaccia; questa [[faida]] portò a decine di morti fra i quali anche il patriarca Francesco<ref name="La Repubblica del 18/02/1998">La Repubblica del 18/02/1998</ref>, con una escalation nel mese di febbraio del 1998 che portò a dieci morti in nove giorni<ref name="La Repubblica del 18/02/1998"/>. Negli anni duemila il clan si è esteso anche alla provincia nord di Napoli in comuni come [[Acerra]], [[Marigliano]], [[Mariglianella]], [[Brusciano]], grazie all'alleanza con le famiglie locali. A Napoli città, invece, la famiglia Mazzarella iniziò a far parte del potente cartello denominato dagli inquirenti Misso-Mazzarella-Sarno<ref>[https://web.archive.org/web/20150509110142/http://www.crimeblog.it/post/1001/operazione-contro-il-clan-licciardi-a-capo-dellalleanza-di-secondigliano Operazione contro il Clan Licciardi, a capo dell'Alleanza di Secondigliano]</ref> (che ingloba comunque altre famiglie minori). Tuttavia, nel 2008, questa forte alleanza venne spezzata dal clan Sarno, portando la zona periferica orientale di Napoli ad una nuova e sanguinosa guerra.
 
== Arresti ==
 
*Il 5 luglio [[1999]] viene arrestato in Francia, precisamente a Nizza, il boss latitante Vincenzo Mazzarella (Napoli, 8 maggio 1956 - Milano, 5 novembre 2018)
Utente anonimo