Differenze tra le versioni di "Tarocchi"

45 byte aggiunti ,  9 mesi fa
 
== I tarocchi contemporanei ==
Lo straordinario interesse che si è sviluppato intorno ai tarocchi dall'Ottocento in avanti ha spinto numerosi artisti contemporanei a reinterpretare le misteriose figure. Fra gli italiani si possono ricordare [[Franco Gentilini]], [[Renato Guttuso]], Enrico Baj, [[Emanuele Luzzati]], Domenico Balbi, [[Ferenc Pinter]], Osvaldo Meneguzzi e [[Sergio Toppi]]. Fra gli artisti non italiani spiccano [[Salvador Dalí]] e [[Niki de Saint Phalle]], autrice del fantastico ''[[Giardino dei Tarocchi]]'' costruito a Garavicchio, presso [[Capalbio]].
<br>Fra gli italiani si possono ricordare [[Franco Gentilini]], [[Renato Guttuso]], Giancarlo Canelli, Enrico Baj, Gian Paolo Dulbecco, [[Emanuele Luzzati]], Domenico Balbi, [[Ferenc Pinter]], Osvaldo Meneguzzi e [[Sergio Toppi]]. Fra gli artisti non italiani spiccano [[Salvador Dalí]] e [[Niki de Saint Phalle]], autrice del fantastico ''[[Giardino dei Tarocchi]]'' costruito a Garavicchio, presso [[Capalbio]].
 
Numerosi illustratori hanno realizzato nuovi mazzi, talvolta in collaborazione con storici e letterati. Per esempio, i ''Tarocchi di [[Dario Fo]]'' dipinti dal figlio Jacopo; Michele Marzulli ha ideato, disegnato e realizzato i ''Tarocchi Massonici'', mentre allo scrittore [[Giordano Berti]] si deve la sceneggiatura di dieci mazzi realizzati da vari illustratori. Inoltre, l'artista svizzero [[Hans Ruedi Giger]] negli anni '90 ha disegnato e realizzato un mazzo di arcani con la tecnica dell'aerografo, ispirati ai temi e alle iconografie occulte della sua pittura biomeccanica.
Utente anonimo