Differenze tra le versioni di "Federazione dei Liberali"

Recupero di 1 fonte/i e segnalazione di 0 link interrotto/i. #IABot (v2.0beta14)
(Recupero di 1 fonte/i e segnalazione di 0 link interrotto/i. #IABot (v2.0beta14))
* ''Il tentativo di allargare l'Unione''. Nell'inverno 2005/2006, Critica e FdL si attivarono per allargare [[l'Unione]] ad un soggetto liberale ma non riuscirono nell'intento per il veto posto dalla [[Democrazia è Libertà - La Margherita]] (e accettato dai [[Democratici di Sinistra]]); Critica e FdL garantirono comunque l'appoggio all'Unione. La FdL, in particolare, sostenne l'opportunità del voto dei liberali per la coalizione del[[l'Unione]], ritenendolo, nonostante il programma e la variegata coalizione, l'unico strumento disponibile per chiudere l'era berlusconiana, secondo il criterio dell'alternanza e per imboccare la strada della politica come confronto secondo le regole. Alle [[elezioni politiche del 2006]] la FdL non si presentò direttamente, ma dichiarò un appoggio a quelle liste dell'area laica dell'Unione meno distanti dai liberali ([[Rosa nel Pugno]], [[Italia dei Valori]] e [[Repubblicani Europei]], che fanno parte del Partito dei Liberali Europei, ed alla [[Lista Consumatori]]).
 
In occasione del [[Referendum costituzionale del 2006|referendum costituzionale del giugno 2006]], la FdL e Critica Liberale hanno lanciato un manifesto comune a sostegno del no [http://www.liberali.it/referendumNO.html ] {{collegamento interrottoWebarchive|1url=[https://web.archive.org/web/20070622143143/http://www.liberali.it/referendumNO.html ] |date=marzo22 2018giugno |bot=InternetArchiveBot2007 }}.
 
=== Unità dei Liberali e Scelta Europea ===
1 008 494

contributi