Castello di Neuburg: differenze tra le versioni

Elisione obbligatoria
m (smistamento lavoro sporco e fix vari)
(Elisione obbligatoria)
Il castello originario fu costruito nel Medioevo dagli [[Agilolfingi]] e acquistato dai duchi [[Wittelsbach]] nel 1247.
 
Quando il conte palatino [[Ottone Enrico del Palatinato|Ottone Enrico]] cominciò il suo governo sul [[Palatinato-Neuburg]] nel 1522, egli trovò un castello fortificato medioevale nella sua città di residenza di Neuburg, che, a differenza di altre residenze reali, non era ancora adeguata alle richieste di una corte reale moderna. Quindi, dal 1527, ordinò di riprogettare il castello in un palazzo [[Rinascimento|rinascimentale]] e di ampliare la qualità artistica e lo stato in uno dei palazzi più importanti della prima metà del XVI secolo in Germania. Dal 1537 fu aggiunta una un'ulteriore ala ovest che comprende anche la cappella. Con la sua conversione al [[luteranesimo]] nel 1541 la cappella palatina fu decorato con ottimi mezzi, era stato ottenuto il programma d'immagine antico in stile italiano dipinto nel 1543. La cappella è stata decorata con famosi affreschi del pittore salisburghese Hans Bocksberger il vecchio. La cappella è la più antica chiesa protestante in Baviera. A causa delle difficoltà finanziarie e della bancarotta di Ottone Enrico nel 1544, la costruzione dell'ala ovest richiese molto tempo.
 
[[Volfango del Palatinato-Zweibrücken|Volfango, conte palatino di Zweibrücken]], che successe al cugino Ottone Enrico nel ducato del Palatinato-Neuburg, ordinò nel 1562 di decorare l'ala ovest di fronte al cortile com l'elborata decorazione in [[sgraffito]]. La sala dei cavalieri (la sala del pannello inferiore nell'edificio del nord) fu fornita nel 1575 da Hans Pihel con un soffitto a cassettoni e pannelli a muro di un legno rotante, entrambi originali. L'imponente ala orientale fu ricostruita nel 1665 da [[Filippo Guglielmo del Palatinato|Filippo Guglielmo, elettore palatino]] in stile [[Barocco]] style e completato da due torri rotonde.