Apri il menu principale

Modifiche

Nel [[1960]] a [[Platì]] Domenico Agresta viene condannato per omicidio<ref name="Agresta1">{{cita news| url = http://www.lastampa.it/2017/04/24/cronaca/i-segreti-di-micu-il-rampollo-criminale-pentito-fm4hZojLkXjb3XSOzFHKWN/pagina.html|titolo = I segreti di Micu, il rampollo criminale pentito|pubblicazione = lastampa.it|data = 24 aprile 2017|accesso = 02-201-2017}}</ref>.
=== Anni '70 - L'esordio in Piemonte ===
Arrivano negli anni '70 in [[Piemonte]] con il soggiorno obbligato, insieme ai [[Marando]] e ai [[Trimboli]], quando tutta la zona del [[Provincia di Torino|torinese]] è dominata dai clan catanesi. Dopo lo smantellamento delle cosche siciliane da parte delle forze dell'ordine , già dagli anni '80 prendono il predominio della zona di [[Volpiano]]<ref name ="omicron"/>.
In particolare Domenico Agresta emigra nel [[1974]] a [[Volpiano]] insieme ai figli Saverio e Antonio<ref name="Agresta1"/>.
Nel [[1977]] vengono arrestati Saverio e Domenico Agresta accusati di aver organizzato ed eseguito il sequestro del ventottettenne Carlo Bongiovanni<ref name="Agresta1"/>.
 
Nel novembre [[1992]] vengono arrestate a [[Volpiano]] 28 persone e sequestarti 53 chili di cocaina ed eroina, i capo dell'organizzazione erano Saverio e Antonio Agresta in collaborazione con Natale e Saverio Trimboli<ref name ="omicron"/>.
I soldi derivanti dal traffico di droga vennero reinvestiti in loco in attività legali.
 
=== Anni '90 - Traffico di droga ===
Nel [[1993]] viene scoperto un traffico internazionale di droga gestito dalle 'ndrine di [[Volpiano]] che coinvolgeva anche la malavita turca, criminali portoghesi e pachistani<ref name ="omicron"/>.
Utente anonimo