Via San Romano: differenze tra le versioni

→‎Storia: sintassi
({{Interprogetto|preposizione=sulla}})
(→‎Storia: sintassi)
Il suo percorso storico parte dalla piazza del Travaglio (piazza di Porta Reno) e, dopo aver superato via Carlo Mayr (un tempo [[Via Ripagrande|via di Ripagrande]]), arriva alla piazza Trento e Trieste (già piazza del Mercato). Vicino alla piazza del Travaglio, sino al 1608, si aprivano due porte (una di queste era porta San Romano) che poi vennero chiuse con l'apertura della nuova ''Porta Paula''.
 
Nei primi anni del [[XIV secolo]] vi fu una sollevazione popolare contro [[Fresco d'Este]] ed, i rivoltosi, passando per San Romano, trovarono lungo la via molti che qui avevano le loro botteghe a difendere l'operato del marchese reggente. In seguito a questa rivolta e dopo l'intervento anche della repubblica veneziana nellenella vicenda, dal 1309 al 1317, Ferrara tornò sotto il diretto controllo dello [[Stato Pontificio]].
 
Nel 1592 in una casa di san Romano si cominciò a radunareradunarsi un numero crescente di ragazzi abituati a mendicare. Il loro numero crebbe in fretta sino ad arrivare a 40 e si iniziò ada uscire da quella via per portarli in processione, forniti di una sorta di divisa azzurra, e poi furono accolti in un luogo più ampio ede adatto, in via Soncina. A quel punto il Giudice dei Savi iniziò ad attivarsi per soccorrerli introducendo una piccola tassa su alcuni commerci e si miseroposero così le basi per la creazione di un orfanotrofio cittadino, presso sanSan Pietro e Paolo.<ref name=":0" />
 
== Situazione all'inizio del XX secolo ==
Utente anonimo