Apri il menu principale

Modifiche

m
Bot: rimuovo parametro urlmorto/deadurl duplicato
La maggior parte dei portatili utilizza uno schermo a [[LCD|cristalli liquidi]] (LCD). Come periferica di puntamento utilizza un [[touchpad]], che nel 2018 ha visto una sua variante chiamata [[ScreenPad]], la quale visualizza anche delle immagini per accelerare specifiche azioni a seconda del contesto; i modelli più vecchi (fino a tutti gli [[anni 1990]]) utilizzavano frequentemente una [[trackball]] o una specie di piccolo [[joystick]]; alcuni computer usano anche come dispositivo di puntamento il [[trackpoint]]; i modelli recenti possono usare un mouse senza filo, con interfaccia [[Universal Serial Bus|USB]] o [[bluetooth]]. Le [[tastiera (informatica)|tastiere]], generalmente, dispongono un numero inferiore di tasti rispetto ad un modello tradizionale, inoltre sono presenti porte di comunicazione di vario tipo e un lettore ottico, che in alcuni casi viene sostituito da un caddy per poter usare un secondo supporto di massa (HD o SSD).
 
In casi particolari, quando serve massima potenza elaborativa unita ad un grande schermo, il tutto agevolmente trasportabile, si ricorre a modelli non propriamente leggeri ma comunque trasportabili; sono da tempo in commercio portatili con schermo da 43,18  cm (17[[Pollice (unità di misura)|"]]) e addirittura 50,8  cm (20").
 
Di solito il portatile è alimentato da una [[batteria (chimica)|batteria]] ricaricabile (al [[litio]], nei modelli più recenti) che ne permette l'utilizzo dove non è possibile usare altre fonti elettriche.
 
==== Ergonomia ====
Nonostante il laptop computer sia un computer portatile adatto, per dimensioni e forma, ad essere utilizzato mentre lo si tiene in grembo, tutti i produttori di laptop computer sconsigliano fortemente di appoggiare il laptop computer, mentre è in funzione, su una qualsiasi parte del corpo umano. Il laptop computer potrebbe infatti raggiungere temperature elevate. Inoltre si potrebbe ostruire involontariamente eventuali prese d'aria presenti nel laptop computer, contribuendo ad un aumento della temperatura, con possibili conseguenze negative sia per il computer che per la persona che lo porta in grembo.<ref>{{collegamento interrotto|1=[http://dlsvr02.asus.com/pub/ASUS/EeePC/EeePC4G(701)/I3509_EeePC4G_080125.zip Dal manuale ufficiale dell'EEEPC ] |date=febbraio 2018 |bot=InternetArchiveBot }} «Non lasciare EEE PC in grembo o su qualsiasi altra parte del corpo per prevenire disturbi o lesioni provocate dall'esposizione al calore P.1-4 [...] NON usare superfici morbide come letti o divani, che possono bloccare le fessure di ventilazione (p.2-5)».</ref>. È consigliato utilizzare dei supporti appositamente costruiti per ovviare alle caratteristiche costruttive dei notebook, concepite appositamente per l'utilizzo in mobilità. La necessità si manifesta particolarmente nell'uso domestico, usare il laptop anche per un tempo prolungato è diventata una abitudine consolidata a partire dall'anno 2000 quando i Laptop hanno sostituito i tradizionali desktop nell'uso domestico. [https://lounge-tek.com/it/ergonomia-notebook-postura/ Alcuni produttori tra cui l'italiana Lounge-tek] hanno realizzato supporti specifici per adattare altezza schermo, angolo di visione e di digitazione della tastiera per un uso ergonomico a casa.
 
==== Laptop anti-danno ====
== Differenze tra UMPC, palmari e notebook ==
 
Sono stati precursori degli UMPC quelli che nei primi anni novanta venivano chiamati [[sub-notebook]]. Nel [[1991]] è il [[PowerBook 100]] targato[[Apple]] la prima di queste macchine; poi dopo un anno venne Olivetti con un prodotto ''made in Asia'' (per cui esisteva un clone quasi identico), il [[Olivetti Quaderno]]<ref>{{cita web|url=http://www.geocities.com/Eureka/5673/|titolo=Olivetti Quaderno Infoworld - Welcome! <!-- Bot generated title -->|deadurl=yes|urlarchivio=https://web.archive.org/web/20090527055858/http://www.geocities.com/Eureka/5673/|urlarchivio2=http://www.webcitation.org/query.php?url=http://www.geocities.com/Eureka/5673/|accesso=19 gennaio 2009|dataarchivio=27 maggio 2009|urlmorto=sì}}</ref> del 1992, dotato di LCD monocromatico e una tastiera di ottima fattura, si differenziava dal notebook per dimensione (da A4 ad A5) e peso. Il primo modello aveva dei programmi proprietari di pessima qualità, ma solo ad installarci un DOS e un Works fece la gioia dei possessori più del successivo a matrice passiva e scala di grigi equipaggiato con Windows 3.1, ma meno immediato e più vorace di energia (la batteria è l'autentico tallone d'Achille di questi prodotti). Seguendo l'esempio di quest'ultimo nacquero una serie di ibridi che erano più dei notebook leggeri (il più assimilabile agli UMPC era il [[Libretto (notebook)|Libretto]] di Toshiba) che degli ultra-mobili.
 
Dovette passare più o meno un lustro prima che si affacciassero prodotti simili e questi furono la categoria degli Handheld PC (o H/PC) appartenenti al progetto Jupiter Class di [[Microsoft Windows]] CE (i NEC Mobile Pro e i Compaq Journada, ad esempio). Sia in questo caso che nel più eclatante di Olivetti, i progettisti furono più lungimiranti dei responsabili del marketing le cui analisi e la scarsa intraprendenza fecero affossare questi prodotti a vantaggio, nel caso del Quaderno, dei notebook e dei palmari, in quello degli H/PC. I consumatori che allora fecero fatica a comprendere i vantaggi di questi oggetti e ancor di più le politiche di mercato, oggi hanno orientamenti più maturi, prova ne sia l'incredibile successo riscontrato a partire dalle fine del 2007 dai dispositivi [[Netbook]] (per alcuni versi simili agli UMPC, anche se più economici e meno simili ad un palmare) come l'[[Eee PC]] di Asus. Ad ogni proposta di mercato corrisponde un nuovo battesimo e forse quello degli UMPC avrà più fortuna dei predecessori.
2 568 909

contributi