Panegirico: differenze tra le versioni

m
Fix aggiunta
(Ho aggiunto informazioni)
Etichette: Modifica visuale Modifica da mobile Modifica da web per mobile
m (Fix aggiunta)
<ref>{{Cita libro|autore=Gian Biagio Conte Emilio Pianezzola|titolo=Corso integrato di Letteratura Latina}}</ref>Il '''panegirico''' (in [[lingua greca{{lang-grc|greco]] πανηγυρικός}} [''sott.'' λόγος], da [[wikt:πανήγυρις|πανήγυρις]] (''panègyrispanégyris'') ovvero ''adunanza di tutti'') è un componimento oratorio di [[encomio|carattere encomiastico]], ovvero pronunciato in pubblico, per lo più in assemblea, per esaltare i meriti di un personaggio, di una città o di un popolo.
 
== Il panegirico nella storia ==
 
== Panegirici celebri ==
#* [[Isocrate]] (436 – 338 a.C.), ''[[Panegirico (Isocrate)|Panegirico]]'' (380 a.C.). In questo testo viene esaltata la [[Grecia antica]] come faro della cultura fondata sul Λόγος e come culla della [[democrazia]]. Inoltre vi si afferma che la "grecità" non è per nascita, ma per cultura.
6.* Panegirico di [[Lucio Vario Rufo|Vario Rufo]] ad [[Augusto|Ottaviano Augusto]].
# [[Plinio il Giovane]], ''[[Panegirico a Traiano]]''. In questo panegirico Plinio il giovane esalta la figura dell'imperatore romano [[Traiano]] in seguito alla nomina dello scrittore stesso a console ad opera dell'imperatore nel 100 d.C. Da ciò, si evince come fosse stretto il rapporto tra senato~Impero in età Flavia e di come questo rapporto fosse di sudditanza per il senato. Il Panegirico appartiene a una più ampia raccolta successiva, denominata PANEGYRICI LATINI, che comprende 12 discorsi rivolti a imperatori, tutti risalenti al III-IV secolo d.C.(ad eccezione di quello di Plinio).
7.* Panegirico a [[Marco Valerio Messalla Corvino|Marco Valerio Messalla]] del ''[[Corpus Tibullianum]]''.
# [[Claudio Claudiano]] ''Panegirico a Stilicone''. Panegirico scritto in occasione della elezione a console di [[Flavio Stilicone]], ultimo difensore della romanità, di cui il poeta godeva i favori.
#* [[Plinio il Giovane]], ''[[Panegirico a Traiano]]''. In questo panegirico Plinio il giovane esalta la figura dell'imperatore romano [[Traiano]] in seguito alla nomina dello scrittore stesso a console ad opera dell'imperatore nel 100 d.C. Da ciò, si evince come fosse stretto il rapporto tra senato~Impero in età Flavia e di come questo rapporto fosse di sudditanza per il senato. Il Panegirico appartiene a una più ampia raccolta successiva, denominata PANEGYRICI LATINI, che comprende 12 discorsi rivolti a imperatori, tutti risalenti al III-IV secolo d.C.(ad eccezione di quello di Plinio).
# [[Eusebio di Cesarea]], ''Panegirico a Paolino'', vescovo di Tiro, presente nel libro X della sua Historia Ecclesiastica; in realtà è una lode a Cristo che ha salvato la Chiesa dalle persecuzioni romane, cui ha assistito coi propri occhi fino all'Editto di Costantino, suo contemporaneo.
#* [[Claudio Claudiano]] ''Panegirico a Stilicone''. Panegirico scritto in occasione della elezione a console di [[Flavio Stilicone]], ultimo difensore della romanità, di cui il poeta godeva i favori.
#I 12 [[Panegirici latini]], raccolta di opere dall'imperatore [[Traiano]] a [[Teodosio I]].
#* [[Eusebio di Cesarea]], ''Panegirico a Paolino'', vescovo di Tiro, presente nel libro X della sua Historia Ecclesiastica; in realtà è una lode a Cristo che ha salvato la Chiesa dalle persecuzioni romane, cui ha assistito coi propri occhi fino all'Editto di Costantino, suo contemporaneo.
#* I 12 [[Panegirici latini]], raccolta di opere dall'imperatore [[Traiano]] a [[Teodosio I]].
 
== Bibliografia ==
6. Panegirico di [[Lucio Vario Rufo|Vario Rufo]] ad [[Augusto|Ottaviano Augusto]].
* {{Cita libro|autore=Gian Biagio Conte|autore2=Emilio Pianezzola|titolo=Corso integrato di Letteratura Latina}}
 
7. Panegirico a [[Marco Valerio Messalla Corvino|Marco Valerio Messalla]] del [[Corpus Tibullianum]]
 
== Altri progetti ==
83 867

contributi