Differenze tra le versioni di "Douglas C-47 Dakota/Skytrain"

m
Bot: passaggio degli url da HTTP a HTTPS
(Recupero di 2 fonte/i e segnalazione di 0 link interrotto/i. #IABot (v2.0beta14))
m (Bot: passaggio degli url da HTTP a HTTPS)
Naturalmente, vista l'abbondanza di residuati bellici Alleati del dopoguerra, il DC-3 fu presente anche in Italia, andando a equipaggiare una galassia di compagnie aeree sia "storiche" sia create da zero, come la [[Società Italiana Servizi Aerei]], la [[Lai linee aeree italiane|LAI]], l'[[Itavia]], o le [[Avio Linee Italiane]].<br />
A differenza di quanto avveniva in altre forze armate, il C-47 non fu utilizzato in Italia per lanci di [[paracadutisti]] visto che gli vennero preferiti altri aerei come il [[Savoia-Marchetti S.M.82]], il [[C-119 Flying Boxcar]] e infine il [[C-130 Hercules]]. Tuttavia ebbe ugualmente impiego militare in ben 40 esemplari<ref>[http://www.aeronautica.difesa.it/museoVdV/collezione_aeromobili/hangarBadoni/Pagine/C47-DC3Dakota.aspx Home Page dell'Aeronautica Militare].</ref> come trasporto [[Very Important Person|VIP]] per ufficiali di [[Stato Maggiore]]<ref>Malizia, Nicola, ''Fiat G.59''. Istituto Bibliografico Napoleone 2005, pag. 88.</ref>, come velivolo per addestramento ai plurimotori e come piattaforma per [[contromisure elettroniche]]. Proprio in quest'ultima veste l'Aeronautica Militare italiana ne fece largo uso (71º Gruppo GE). Era un C-47 anche il velivolo [[Argo 16]] in uso al SID che precipitò a [[Marghera]] il 23 novembre [[1973]]. <br />
Questo aeroplano rimase in servizio con l'[[Aeronautica Militare Italiana]] almeno fino alla metà degli anni ottanta.<ref>[httphttps://www.flickr.com/photos/chrischenn76/6488827935/ Foto di un C-47 italiano ripreso a Fairford nel 1985].</ref>
 
Uno dei C-47 impiegati dall'AMI è oggi in mostra nell'hangar "Badoni" del [[Museo Storico dell'Aeronautica Militare]], a [[Vigna di Valle]]. Altri sono in attesa di restauro al Parco Tematico dell'Aviazione di [[Rimini]], che ospita già un DC-3 (ex R4D) appartenuto tra l'altro a [[Clark Gable]]<ref>[http://www.museoaviazione.com/dettaglio_scheda.html?id=3&categoria=1 Museo dell'Aviazione di Rimini] {{Webarchive|url=https://web.archive.org/web/20101205202816/http://www.museoaviazione.com/dettaglio_scheda.html?id=3&categoria=1 |date=5 dicembre 2010 }}.</ref>. Di recente, il DC-3 ''N8383'' è stato rimesso a nuovo e collocato all'ingresso dell'[[aeroporto di Torino-Caselle]] come ''gate guardian'', con i colori della LAI e matricola I-LEON<ref>[http://www.turin-airport.com/it/aeroporto_it/pressMedia_it/942i_it.html Aeroporto di Torino-Caselle].</ref>. Un altro è stato acquisito nella primavera [[2012]] dal parco [[Volandia]].<ref>[http://archiviostorico.corriere.it/2012/maggio/05/storia_sulle_ali_del_Douglas_co_7_120505050.shtml ''La storia sulle ali del DC-3 Douglas da oggi in mostra al parco Volandia''. Corriere della Sera, 5 maggio 2012].</ref>
791 978

contributi