Differenze tra le versioni di "Erik Verlinde"

m
Bot: passaggio degli url da HTTP a HTTPS
m (WPCleaner v2.01 - Fixed using Wikipedia:Check Wikipedia (Prima sezione di livello 3, poi di livello 2))
m (Bot: passaggio degli url da HTTP a HTTPS)
Si occupa di [[fisica teorica]] e [[teoria delle stringhe]]. È [[Gemelli (biologia)|fratello gemello]] di [[Herman Verlinde]], anch'egli fisico teorico. Ha dato il nome alla "formula di Verlinde", importante nella [[teoria del campo conforme]] (CFT) e nella [[teoria topologica del campo quantistico]] (TQFT). Attualmente lavora presso l'Istituto di Fisica Teorica dell'[[Università di Amsterdam]].
 
Nel corso di un simposio tenutosi l'8 dicembre 2009 presso lo ''Spinoza Instituut'' a [[Utrecht]] ha presentato una teoria che deriva dalla [[meccanica newtoniana]]. Il 6 gennaio 2010 ha quindi pubblicato ''On the Origin of Gravity and the Laws of Newton''<ref>{{cita web |cognome=Verlinde |nome=Erik P. |url=httphttps://arxiv.org/abs/1001.0785 |titolo=On the Origin of Gravity and the Laws of Newton |accesso=12 agosto 2010 |lingua=en |data=6 gennaio 2010 }}</ref>, che si può tradurre in: "Sull'origine della gravità e delle leggi di Newton". In tale teoria l'esistenza della [[gravità]] è spiegata in ragione di una differenza nella concentrazione di informazione nello spazio vuoto che separa e circonda due masse. La gravità sarebbe quindi una forza [[entropia|entropica]], l'effetto di una causa esistente ad un livello più profondo della realtà microscopica. In un'intervista con il giornale ''de Volkskrant'' ha affermato che a livello microscopico le leggi di Newton non si applicano, ma a livello di mele e pianeti sì. Come per la pressione dei gas: le molecole del gas in sé non hanno alcuna pressione, ma un contenitore pieno di gas sì.
 
L'approccio di Verlinde permette di spiegare facilmente la densità bassissima della cosiddetta [[energia oscura]],<ref>[http://www.scientificblogging.com/hammock_physicist/it_bit_how_get_rid_dark_energy ''It from bit: how to get rid of dark energy''] {{webarchive|url=https://web.archive.org/web/20100119223903/http://www.scientificblogging.com/hammock_physicist/it_bit_how_get_rid_dark_energy |data=19 gennaio 2010 }}</ref> problema che fino ad oggi era considerato uno tra i più imbarazzanti della storia della fisica teorica.<ref>[http://supernova.lbl.gov/~evlinder/turner.pdf Dark Energy and the New Cosmology, Michael S. Turner]</ref>
== Critiche ==
 
La principale critica alla gravità entropica è che i processi entropici rompono la coerenza quantistica. Gli esperimenti con interferometro a neutroni nel campo gravitazionale terrestre indicano che i neutroni si trovano su livelli discreti, esattamente come previsto dall'[[equazione di Schrödinger]], considerando la gravità come un campo potenziale conservativo senza fattori decoerenti. [[Archil Kobakhidze]] sostiene che questo risultato smentisce la gravità entropica. <ref>{{cita web|httphttps://arxiv.org/abs/1009.5414|Articolo di Kobakhidze A. dal Titolo: "Gravity is not an entropic force"}}</ref> Alcuni autori hanno sostenuto che tali incongruenze possono essere rimosse, <ref>{{Cita pubblicazione|cognome1=Chaichian|nome1=Masud |cognome2=Oksanen|nome2=Markku |cognome3=Tureanu|nome3=Anca |titolo=On entropic gravity: the entropy postulate, entropy content of screens and relation to quantum mechanics |rivista=Physics Letters B|doi=10.1016/j.physletb.2012.04.065|numero=3|volume=712|data=2012|arxiv = 1109.2794 |bibcode = 2012PhLB..712..272C }}</ref> ma Kobakhidze confuta tali conclusioni e ribadisce la sua posizione. <ref>{{cita web|httphttps://arxiv.org/abs/1108.4161|Articolo di Kobakhidze A. dal Titolo: "Once more: gravity is not an entropic force"}}</ref>
 
==Note==
 
==Collegamenti esterni==
*{{cita web|httphttps://arxiv.org/abs/1001.0785|Articolo di Verlinde Erik P. dal Titolo: "On the Origin of Gravity and the Laws of Newton"}}
*{{cita web |1=httphttps://staff.science.uva.nl/%7Eerikv/ |2=Facoltà di Fisica Teorica dell'Università di Amsterdam |accesso=11 agosto 2010 |urlarchivio=https://web.archive.org/web/20110606062821/http://staff.science.uva.nl/~erikv/ |dataarchivio=6 giugno 2011 |urlmorto=sì }}
*{{cita web |1=http://www.scientificblogging.com/hammock_physicist/it_bit_case_gravity |2=Blog sull'articolo di Verlinde |accesso=11 agosto 2010 |urlarchivio=https://web.archive.org/web/20100113095451/http://www.scientificblogging.com/hammock_physicist/it_bit_case_gravity |dataarchivio=13 gennaio 2010 |urlmorto=sì }}
*{{cita web|url=httphttps://www.nytimes.com/2010/07/13/science/13gravity.html?_r=1&src=mv|titolo=articolo sul New York Times}}
 
{{Controllo di autorità}}
744 795

contributi