Differenze tra le versioni di "Biopsia"

17 byte aggiunti ,  2 anni fa
→‎Descrizione della procedura: correzione di errori ortografici
(→‎Descrizione della procedura: correzione di errori ortografici)
Nei giorni successivi all'intervento, il paziente non deve toccare o grattare i punti di sutura, effettuare movimenti che mettono in tensione o possono urtare la zona interessata (come spostare pesi, ginnastica, ecc.), o infiammarla (es. il sudore o acqua calda). Talora sono applicati cerotti intradermici che non devono venire a contatto con l'acqua e vanno tenuti finché non sono tagliati i punti di sutura, un cerotto ulteriore di protezione da sostituire ogni due giorni con applicazione di pomate se la zona è infiammata, ed è prescritto l'uso di neomercurio-cromo (anche in assenza di infiammazioni) che favorisce la chiusura della cicatrice.
Nei mesi successivi al taglio dei punti di sutura, la cicatrice può riemarginarsirimarginarsi completamente, diventare ipertrofica o un [[cheloide]] (tumorale). Fra i rimedi non chirurgici: iniezioni di corticosteroidi (che inibiscono la crescita di tessuto, siamediante coninibizione ladella riproduzioneproliferazione dei [[Fibroblasto|fibroblasti]] chee lainibizione della sintesi di [[collagene]],) e l'applicazione di fogli di silicone.
 
==Valore clinico==
Utente anonimo