Differenze tra le versioni di "Richard Blackwell"

m
Bot: passaggio degli url da HTTP a HTTPS
m (Bot: orfanizzo redirect Zsa Zsa Gabor)
m (Bot: passaggio degli url da HTTP a HTTPS)
La prima lista delle "''lista delle dieci donne peggio vestite'' fu pubblicata nel [[1960]], ma soltanto con il crescere della popolarità della casa di moda Blackwell, anche la lista acquisì importanza.<ref>{{cita web |url=http://www.thegoldenneedleawards.com/judges.html |titolo=Copia archiviata |accesso=28 gennaio 2012 |urlmorto=sì |urlarchivio=https://web.archive.org/web/20090422103038/http://www.thegoldenneedleawards.com/judges.html |dataarchivio=22 aprile 2009 }} Golden Needle Awards Captured 07, April, 2007</ref> Nel giro di pochi anni la lista ebbe un grande rilievo mediatico che seppe poi mantenere nel tempo<ref>{{cita web|http://www.corriere.it/esteri/08_ottobre_20/mr_blackwell_morto_ed20aeb6-9e8c-11dd-b7ca-00144f02aabc.shtml|titolo=Morto Mr. Blackwell, perfido critico delle donne peggio vestite del pianeta|accesso=20 ottobre 2008|autore=Elmar Burchia}}</ref>. Nella sua lista finirono diverse celebrità: attrici come [[Anna Magnani]], [[Zsa Zsa Gábor]], [[Sharon Stone]], cantanti come [[Christina Aguilera]], [[Mariah Carey]], [[Britney Spears]], ma anche membri della casa reale inglese come [[Camilla Parker-Bowles]] e la stessa [[Elisabetta II del Regno Unito|Elisabetta II]]. Le liste erano in realtà due: la seconda, ''Fabulous Fashion Independents'' (dedicata alle donne meglio vestite), non ebbe mai il risalto della più celebre ''Worst Dressed Woman List''.
 
La lista generò numerose imitazioni, da quella stilata dal sito [[TMZ.com|TMZ]] ''In The Zone: Mr. Blackwell vs. TMZ''<ref>httphttps://www.tmz.com/2006/01/11/mr-blackwell-vs-tmz/ TMZ.com</ref> a quella della rivista ''[[The Sun (quotidiano britannico)|The Sun]]'' ''Sun Women Online: Celebrity Style Watch''<ref>httphttps://www.thesun.co.uk/section/0,,2006000000,00.html Captured April 9, 2007</ref>, sino ad arrivare a quelle meno conosciute come ''The Catwalk Queen''.<ref>http://www.catwalkqueen.tv/fashion_police/ Catwalk Queen: Fashion Police from the website April 14, 2007</ref>
 
Richard Blackwell fu anche autore di due libri: ''Mr. Blackwell: 30 Years of Fashion Fiascos'' ed un'[[autobiografia]], ''From Rags to Bitches''.
651 680

contributi