Differenze tra le versioni di "Frammentazione della Democrazia Cristiana"

m (fix tecnico tag di chiusura mancante using AWB)
Con queste premesse, il 22 si tiene, presso il palazzo dei Congressi di Roma, l'Assemblea Costituente del nuovo Partito Popolare Italiano<ref>[http://www.radioradicale.it/scheda/59881/59947-assemblea-costituente-del-ppi Assemblea costituente del PPI]</ref>.
 
Il 29 gennaio il consiglio nazionale della DC scioglie il partito<ref>[http://archiviostorico.corriere.it/1994/gennaio/30/PPI_problema_chiama_Mita_co_0_9401306829.shtml il PPI ha un problema, si chiama De Mita]</ref> anche se tale scioglimento non aveva effetto giuridico, come dimostrato da una sentenza del 2010, e il 31 sarà riconosciuto al CCD il 15% del patrimonio DC<ref>[http://archiviostorico.corriere.it/1994/febbraio/01/centristi_per_cento_dell_DC_co_0_9402017059.shtml ai centristi 15 per cento dell'ex DC]</ref>. È del PPI «la prevalente utilizzazione dello scudo crociato».
 
Tutto ciò avviene alla vigilia delle [[elezioni politiche del 1994]], indette per il 27 e 28 marzo. Coerentemente con quanto dichiarato in precedenza, Martinazzoli rifiuta l'idea di un'alleanza elettorale con Berlusconi, Bossi e Fini (17 febbraio) e lancia invece (25 febbraio) un polo centrista, il ''[[Patto per l'Italia]]'', con [[Giuliano Amato]], [[Giorgio La Malfa]] e Mario Segni, quest'ultimo candidato alla Presidenza del Consiglio.