CompactFlash: differenze tra le versioni

215 byte aggiunti ,  3 anni fa
modifiche minori, piccole aggiunte
(aggiunto elenco delle versioni CF, inserite maggiori caratteristiche e una formula per il calcolo della velocità)
(modifiche minori, piccole aggiunte)
{{S|fotografia|informatica}}
[[File:CompactFlash Memory Card.svg|thumb|Scheda CompactFlash da 2GB]]
Le '''CompactFlash''' sono [[scheda di memoria|schede di memoria]] [[memoria a stato solido|a stato solido]] che utilizzano [[Memoria flash|memorie flash]]. Il formato, così come lo slot delle prime fotocamere digitali, è stato standardizzato da SanDisk in collaborazione con Canon e Kodak nel 1992 mentre, nel 1994, sono state lanciate sul mercato le prime fotocamere digitali che utilizzavano le memorie CompactFlash<ref>{{Cita web|url=https://www.westerndigital.com/company/innovations/history|titolo=Cronologia innovazioni|sito=www.westerndigital.com|accesso=2019-05-06}}</ref>. Analogamente, sempre nei nei primi anni '90, nacquero anche altri tipi di memorie che utilizzavano la memoria a stato solido, come la [[MiniCard|Miniature Card]] e [[SmartMedia]]. Tuttavia, le CompactFlash si sono affermate velocemente e hanno surclassato gli altri formati: è attualmente uno dei formati più datati, diffusi e di più successo nella storia dell'informatica.
 
Al 2019, Canon e Nikon supportano le CompactFlash sia per le loro fotocamere professionali sia per le videocamere.
L'interfaccia CompactFlash Tipo I a 50 pin è derivata dalla 68 pin [[PC Card|PCMCIA]] Tipo II e può essere quindi facilmente trasformata in quest'ultima attraverso un semplice adattatore passivo.
 
Inoltre, lo standard originale prevede l'integrazione di un controller ATA: è pertanto possibile, attraverso un adattatore, collegare le CompactFlash ad un [[Personal computer|PC]] che vedrà queste memorie come [[Disco rigido|hard disk.]]
 
I dispositivi CompactFlash operano a 3,3 V o 5 V e, se basati sulle [[Memoria flash|memorie allo stato solido]], sono resistenti alle vibrazioni, agli urti e ai campi magnetici.
 
La capacità delle schede CompactFlash varia nel 20122019 da 16&nbsp;[[Megabyte|MB]] a 128256&nbsp;[[Gigabyte|GB]] a seconda del modello, anche se le attuali specifiche permettono di raggiungere teoricamentecapacità idi 137&nbsp;GBgran lunga superiori.
 
La formula per calcolare velocemente la velocità teorica di trasferimento dati è la seguente:
Con lo standard CF+, revisione 2.0, la velocità di trasferimento è stata aumentata a 16 MB/s (sulla scheda la velocità è indicata usando un fattore di moltiplicazione: 1x corrisponde a 150KB/s, "40x" equivale ad una velocità di 6 MB/s).
 
<math>RTR=KV\cdot 150 kB/s</math>
La formula per calcolare velocemente la velocità teorica di trasferimento dati è la seguente:
 
dove RTR = transfer rate e KV = velocità teorica. Per esempio, una velocità teorica di 133x corrisponde a 133 x 150kB/s = 19950 kB/s, circa 20MB/s.
<math>R=K\cdot 150 kB/s</math>
 
Nate inizialmente per le fotocamere digitali, visto il grande successo si sono diffuse anche in altri campi, come ad esempio nell'[[audio digitale]] o nel [[video digitale]].
dove R = transfer rate e K = velocità teorica. Per esempio, una velocità teorica di 133x corrisponde a 133 x 150kB/s = 19950 kB/s, circa 20MB/s.
 
La [[CompactFlash Association]] ha annunciato anel luglio 2007 lo sviluppo di un'interfaccia [[Serial ATA|SATA]] per le CompactFlash che ha dato origine ad un nuovo tipo di schede, le CFast, che ha una piedinatura differente dalle CompactFlash.
Nel corso del [[2005]] sono state introdotte delle nuove specifiche tecniche (CF 3.0) che, tra l'altro, supportano una velocità di trasferimento di 66 MB/s. Lo standard CF 4.0 supporta IDE Ultra DMA 133, che permette di raggiungere una velocità di trasferimento massima di 133 MB/s, mentre le CF 6.0 supporta IDE Ultra DMA7 167 MB/s.
<ref>[http://www.hwupgrade.it/news/memorie/in-sviluppo-compactflash-con-interfaccia-sata_22017.html ''In sviluppo CompactFlash con interfaccia SATA'']</ref>
 
Nel 2010 [[SanDisk|Sandisk]], [[Sony]] e [[Nikon Corporation|Nikon]] hanno presentato un nuovo modello di Compact Flash, le XQD Card, basato sullo standard [[PCI Express|PCI express]], che pur avendo le stesse dimensioni della CompactFlash non è compatibile con quest'ultima nè con le CFast.<ref>{{Cita web|url=https://www.engadget.com/2010/11/30/sandisk-sony-and-nikon-propose-500mb-per-second-memory-card-wi/|titolo=Sandisk, Sony, and Nikon propose 500MBps memory card with more than 2TB capacity|sito=Engadget|lingua=en|accesso=2019-05-06}}</ref>
Nate inizialmente per le fotocamere digitali, visto il grande successo si sono diffuse anche in altri campi, come ad esempio nell'[[audio digitale]].
 
La [[CompactFlash Association]] ha annunciato a luglio 2007 lo sviluppo di un'interfaccia [[Serial ATA|SATA]] per le CompactFlash.
<ref>[http://www.hwupgrade.it/news/memorie/in-sviluppo-compactflash-con-interfaccia-sata_22017.html ''In sviluppo CompactFlash con interfaccia SATA'']</ref>
 
== Note ==
8

contributi