Differenze tra le versioni di "Condensazione del DNA"

nessun oggetto della modifica
== Condensazione del DNA ''in vitro'' ==
La condensazione del DNA può essere indotta ''in vitro'' applicando una forza esterna per riunire le doppie eliche o inducendo interazioni tra i segmenti del DNA. Il primo caso si può ottenere, ad esempio, con l'aiuto della pressione osmotica esercitata da polimeri neutri di affollamento in presenza di sali monovalenti. In questo caso, le forze che spingono insieme le doppie eliche provengono da collisioni casuali entropiche con i polimeri di affollamento che circondano il DNA condensato e il sale è necessario per neutralizzare le cariche del DNA e ridurre la repulsione fra le molecolde di DNA. La seconda possibilità può essere realizzata inducendo interazioni di attrazione tra i segmenti del DNA mediante ligandi cationici multivalenti caricati ([[metallo|ioni metallici]] multivalenti, [[cationi]] inorganici, [[poliammine]], [[protammina|protammine]], [[peptidi]], [[lipidi]], [[liposomi]] e [[proteine]])<ref name="Teif" />.
 
== Fisica della condensazione del DNA ==
La condensazione di DNA a doppia elica è una transizione di fase acuta, che avviene in un intervallo ristretto di concentrazioni di agenti condensanti. Poiché le doppie eliche si avvicinano molto l'una all'altra nella fase condensata, ciò porta alla ristrutturazione delle molecole d'acqua, che dà origine alle cosiddette forze di idratazione. Per comprendere l'attrazione tra le molecole di DNA caricate negativamente, occorre anche tenere conto delle correlazioni tra i [[coppia ionica|controioni]] nella soluzione. La condensazione del DNA da parte delle proteine può presentare [[isteresi]], che può essere spiegata usando un [[modello di Ising]] modificato<ref>{{Cite journal|last=Vtyurina|first=Natalia N.|last2=Dulin|first2=David|last3=Docter|first3=Margreet W.|last4=Meyer|first4=Anne S.|last5=Dekker|first5=Nynke H.|last6=Abbondanzieri|first6=Elio A.|date=2016-04-18|title=Hysteresis in DNA compaction by Dps is described by an Ising model|url=http://www.pnas.org/content/early/2016/04/14/1521241113|journal=Proceedings of the National Academy of Sciences|language=en|pages=4982–4987|doi=10.1073/pnas.1521241113|issn=0027-8424|pmid=27091987|pmc=4983820|volume=113|issue=18|bibcode=2016PNAS..113.4982V}}</ref>.
 
== Condensazione del DNA e regolazione genica ==
Oggigiorno le descrizioni della regolazione genica si basano sulle approssimazioni del legame all'equilibrio in soluzioni diluite, sebbene sia chiaro che queste ipotesi sono in realtà violate nella cromatina. L'approssimazione della soluzione diluita viene violata per due motivi. Innanzitutto, il contenuto di cromatina è ben lungi dall'essere diluito e, in secondo luogo, i numeri delle molecole partecipanti sono a volte così piccoli, che non ha senso parlare delle concentrazioni di massa. Ulteriori differenze da soluzioni diluite derivano dalle diverse affinità di legame delle proteine con il DNA condensato e non condensato. Pertanto nel DNA condensato entrambe le velocità di reazione possono essere modificate e la loro dipendenza dalle concentrazioni di reagenti può diventare non lineare<ref name="Teif" />.
 
== Note ==
Utente anonimo