Apri il menu principale

Modifiche

Nessun cambiamento nella dimensione, 4 mesi fa
m
Benedetto morì il 21 marzo [[547]] dopo 6 giorni di febbre fortissima<ref>{{cita web|url=http://digilander.libero.it/monachesimo/personag.htm#benedetto|titolo=Vita di san Benedetto}}</ref> e quaranta giorni circa dopo la scomparsa di sua sorella [[santa Scolastica|Scolastica]], con la quale ebbe comune sepoltura. Secondo la leggenda devozionale spirò in piedi, sostenuto dai suoi discepoli, dopo aver ricevuto la [[Eucaristia|comunione]] e con le braccia sollevate in [[preghiera]], mentre li [[benedizione|benediceva]] e li incoraggiava.
 
Tra i numerosi miracoli compiutiche daavrebbe compiuto san Benedetto durante la sua vita terrena, ricordati nei ''Dialoghi'' scritti da papa san [[Gregorio Magno]], sono annoverati anche alcuni miracoli di risurrezione.<ref>Albert J. Herbert, ''I morti risuscitati'', edizioni Segno, 1998, pp. 59/66.</ref>
 
Le diverse comunità benedettine nonché il calendario della [[Forma straordinaria]] del rito romano ricordano il ''dies natalis'' del santo il 21 marzo, mentre il nuovo calendario del 1969 ne celebra ufficialmente la festa l'11 luglio (in realtà tradizionale data del suo Patrocinio), da quando [[Papa Paolo VI]] con il breve ''Pacis nuntius'' ha proclamato san Benedetto da Norcia patrono d'[[Europa]] il 24 ottobre [[1964]] in onore della consacrazione della Basilica di [[Montecassino]].<ref>{{cita web|url=http://www.abbaziamontecassino.org/abbey/index.php/te-deum-fine-anno-montecassino-abate-ogliari|titolo=Te Deum di fine anno del Padre Abate Donato Ogliari|sito=abbaziamontecassino.org|accesso=6 gennaio 2015|urlmorto=sì}}</ref> La [[Chiesa ortodossa]] celebra la sua ricorrenza il [[14 marzo]].