Differenze tra le versioni di "Martino di Tours"

m
→‎Culto: aggiungo ritratt
m
m (→‎Culto: aggiungo ritratt)
 
L'[[11 novembre]] i bambini delle [[Fiandre]] e delle aree cattoliche della [[Germania]] e dell'[[Austria]], nonché dell'[[Provincia autonoma di Bolzano|Alto Adige]], partecipano a una processione di lanterne, ricordando la fiaccolata in barca che accompagnò il corpo del santo a Tours. Spesso un uomo vestito come Martino cavalca in testa alla [[processione]]. I bambini cantano canzoni sul santo e sulle loro lanterne. Il cibo tradizionale di questo giorno è l'[[oca (zoologia)|oca]]. Secondo la leggenda, Martino era riluttante a diventare vescovo, motivo per cui si nascose in una stalla piena di oche; il [[rumore (acustica)|rumore]] fatto da queste rivelò però il suo nascondiglio alla gente che lo stava cercando. In anni recenti la [[processione]] delle lanterne si è diffusa anche nelle aree [[protestantesimo|protestanti]] della Germania, nonostante il fatto che la [[Chiesa protestante]] non riconosca il culto dei [[santo|santi]].
[[File:Artgate Fondazione Cariplo - Breveglieri Cesare, San Martino.jpg|miniatura|[[Cesare Breveglieri]], [[San Martino (Breveglieri)|San Martino]], 1932.]]
 
L'episodio delle oche è rimasto nella tradizione scandinava. Una volta si celebrava in tutta la [[Svezia]], mentre ora è rimasto nella regione meridionale della [[Scania (provincia)|Scania]]. La sera del 10 novembre si festeggia la tradizione con un menu a base di ''svartsoppa'', zuppa a base di brodo, sangue (preferibilmente d'oca) e spezie, oca e torta di mele.
 
4 928

contributi