Differenze tra le versioni di "Thomas Moore"

m (Bot: passaggio degli url da HTTP a HTTPS)
Moore è stato molto più di un cantastorie. Ebbe grande successo come intellettuale ed artista nella società londinese, incontrò il Principe di Galles in diverse occasioni e godette, in particolare, del patrocinio dell'aristocratico irlandese [[Francis Rawdon-Hastings|Lord Moira]]. Moore pernottò ripetutamente a casa di Moira a [[Donnington Park]], nel [[Leicestershire]], dove poteva accedere alla sua ampia biblioteca. Collaborò con [[Michael Kelly (tenore)|Michael Kelly]] per mettere in scena ''[[The Gypsy Prince]]'', nel [[1801]], che Moore non considerò mai un successo. Sulla scia del fallimento dell'opera scelse di non scrivere per il teatro per il decennio seguente.
 
[[File:Lorenzo Bartolini - 1840 - Thomas Moore.jpg|thumb|right|Busto di Thomas Moore di Lorenzo Bartolini (1840) nel [[Palazzo Pretorio (Prato)|Palazzo Pretorio]] di [[Prato]]]]
=== Nord America ===
Nel [[1803]] fu nominato cancelliere all'[[Ammiragliato (Regno Unito)|Ammiragliato]] delle [[Bermuda]]. Trascorse circa tre mesi sull'isola, ma trovò presto la sua occupazione poco stimolante. Sebbene trasse ispirazione dal paesaggio delle Bermuda, trovò la sua società estremamente e culturalmente limitata e ripartì subito per Norfolk.<ref>Kelly p.106-107</ref> A causa di questa sua breve permanenza è stato a volte considerato, in maniera non ufficiale, [[poeta laureato]] delle Bermuda.<ref>Kelly p.105</ref>
2 105

contributi