Potassio: differenze tra le versioni

Nessun cambiamento nella dimensione ,  3 anni fa
m (Bot: conversione spazio unificatore unicode in html entity e modifiche minori)
Il nome potassio deriva dalla parola "potassa", che si riferisce al metodo con cui è stato ottenuto il cloruro di potassio KCl: lisciviazione di cenere di legna bruciata o di foglie di alberi bruciate e successiva evaporazione della soluzione in una pentola. La potassa è principalmente una miscela di sali di potassio perché le piante hanno un contenuto di sodio relativamente basso o anche nullo, e il resto del contenuto minerale principale di una pianta è costituito da sali di calcio dalla solubilità in acqua piuttosto bassa. Sebbene la potassa sia stata largamente utilizzata anche nell'antichità, non si è mai capito che potesse contenere sostanze fondamentalmente diverse dai sali di sodio di cui è in parte composta. Dunque per la maggior parte della sua storia il potassio è rimasto un elemento sconosciuto.
 
[[Georg Ernst Stahl]] ottenne evidenze sperimentali che lo portarono a suggerire la differenza fondamentale esistente tra i sali di sodio e quelli di potassio nel 1702. [[Henri Louis Duhamel du Monceau]] fu in grado di dimostrare questa differenza nel 1736. La composizione chimica esatta del potassio e dei composti del sodio non era conosciutoconosciuta all'epoca e quindi [[Antoine-Laurent de Lavoisier|Antoine Lavoisier]] non incluse il potassio nella sua lista di elementi chimici nel 1789.
 
Il potassio metallico fu isolato per la prima volta nel 1807 in Inghilterra da Sir [[Humphry Davy]], che lo ricavò dalla ''potassa caustica'' (KOH, per la IUPAC [[idrossido di potassio]]) mediante l'uso di elettrolisi del sale fuso con la pila voltaica recentemente scoperta. Il potassio è stato il primo metallo ad essere isolato mediante [[elettrolisi]].
Utente anonimo