Tammorra: differenze tra le versioni

56 byte aggiunti ,  3 anni fa
nessun oggetto della modifica
Nessun oggetto della modifica
Etichette: Modifica da mobile Modifica da web per mobile
Nessun oggetto della modifica
La tammorra non va confusa con il [[tamburello napoletano]] che è molto più piccolo, con i cembali di ottone e non di latta. Oggi, tamburelli e tammorre sono costruiti da artigiani specializzati, localizzati principalmente in [[Campania]] ([[Gragnano]], [[Santa Maria Capua Vetere]], [[Scafati]], [[San Giuseppe Vesuviano]]), in [[Puglia]] ([[Ostuni]], [[Nociglia]] Carpino) e in [[Calabria]] ([[Seminara]]).
Si ricordano valenti costruttori/suonatori che si possono incontrare nei vari appuntamenti di [[musica popolare]]: Giuseppe Draicchio dei "Musici e Cantatori di Carpino", Antonio Esposito detto Tonino o stocco, Raffaele Inserra, Antonio '''O Lione'' Matrone, Davide Conte, Francesco Antonio Ambrosio, Angelo ''Cignale'' Giuliani, Nando Citarella. Particolari sono i tamburi a cornice di Gerardo Masciandaro e di Paolo Simonazzi. Valenti [[percussionista|percussionisti]] utilizzano questo strumento in modo solistico o come accompagnamento alla sola voce, fra cui [[Alfio Antico]].
 
== Voci correlate ==
Utente anonimo