Apri il menu principale

Modifiche

m
nessun oggetto della modifica
|luogo di nascita = [[Palazzo Topkapı]], [[Istanbul]]
|data di morte = [[10 febbraio]] [[1918]]
|luogo di morte = [[Palazzo di Beylerbeyi]], [[Üsküdar]]
|stemma = Osmanli-nisani.svg|incoronazione = [[7 settembre]] 1876|nome completo = Abdü’l-Hamīd-i sânî|padre = [[Abdülmecid I]]|dinastia = [[Dinastia Ottomana|Ottomana]]|trattamento = [[Padiscià]]|madre = [[Tirimüjgan Sultan]]|luogo di sepoltura = [[Çemberlitaş]], [[Fatih]]|sepoltura = [[Mausoleo di Mahmud II]]|religione = [[Islam]]|consorte = [[Nazik-eda Baş Kadın Efendi]]<br/>[[Peyveste Hanım]]<br/>[[Fatma Pesend Hanım]]|figli = [[Mehmed Selim Efendi]]<br/>[[Mehmed Burhaneddin Efendi]]<br/>[[Abdürrahim Hayri Efendi]]<br/>[[Ahmed Nureddin Efendi]]<br/>[[Mehmet Abid Efendi]]<br/>[[Ayşe Sultan]]<br/>[[Ulviye Sultan]]<br/>[[Hatice Sultan]]}}
{{Bio
Abdul, secondo figlio del sultano [[Abdülmecid I]] e della sua sposa [[Armenia|armena]] [[Tirimüjgan]], nacque al [[Palazzo Topkapı]], divenendo subito anche figlio adottivo di un'altra delle mogli del sultano in carica, [[Valide Sultan Rahime Perestu]].
 
Sin dalla gioventù, la sua propensione ai lavori manuali lo aveva portato a fabbricare personalmente molti mobili ed oggetti intagliati nel legno che ancora oggi possono essere ammirati nel [[Palazzo Yıldız]] e nel [[Palazzo di Beylerbeyi]] di Istanbul. Abdul era inoltre un grande appassionato di [[opera]] e personalmente egli trascrisse le prime versioni in turco di molte opere classiche. Egli compose anche molti pezzi d'opera per i [[Mızıka-ı Hümayun]] che egli fondò, ospitandoli nel teatro del Palazzo Yıldız. A differenza di molti altri sultani ottomani, Abdül Hamid ancora principe ereditario viaggiò in paesi molto distanti dalla [[Turchia]]. Nove anni prima della sua ascesa al trono, ad esempio, egli accompagnò il sultano [[Abdülaziz]] in una sua visita in [[Austria]], [[Francia]] e [[Regno Unito]] nel [[1867]]
 
=== Il regno ===
== Deposizione e conseguenze ==
[[File:Sultan tombs Divan Yolu March 2008.JPG|thumb|Il mausoleo (''türbe'') dei sultani Mahmut II, Abdülaziz e Abdül Hamid II, collocato in Divanyolu Caddesi, [[Istanbul]].]]
Il Sultano deposto fu costretto all'esilio sorvegliato presso [[Salonicco]]. Nel [[1912]], quando Salonicco passò alla Grecia, fu portato ad Istanbul, dove trascorse i suoi ultimi anni studiando, realizzando mobili e scrivendo le sue memorie presso il [[Palazzo di Beylerbeyi]] nelsul [[Bosforo]], ove morì il 10 febbraio [[1918]], alcuni mesi prima di suo fratello, il Sultano in carica. Fu sepolto a Istanbul, a [[Çemberlitaş]].
 
=== Le fotografie dell'impero ===