Apri il menu principale

Modifiche

nessun oggetto della modifica
Il '''perito industriale''' (abbreviato ''Per. Ind.''), nella legislazione [[italia]]na, è un professionista operante, nell'ambito delle proprie competenze e specializzazioni, nei settori di [[ingegneria industriale]], [[ingegneria civile]] e [[settore terziario]]. L'ordine professionale è organizzato in collegi provinciali, che fanno capo al consiglio nazionale, con sede a [[Roma]].
 
[[File:Diploma ab prof per ind.jpg|miniatura|right|380x380px|Un diploma di abilitazione professionale rilasciato col superamento dell'esame di stato. In tal caso la specializzazione è in elettrotecnica industriale.]]
 
Il termine "perito" deriva dal latino ''peritus'', ovvero esperto, abile e sta a indicare chi possiede una conoscenza pratica di determinate materie.<ref>{{Cita web|url=http://www.etimo.it/?term=perito|titolo=Perito|autore=P. O. Pianigiani|curatore=Francesco Bonomi|data=1907|volume=Versione digitalizzata del "Vocabolario etimologico della lingua italiana"|accesso=25 gennaio 2017}}</ref><ref>{{Cita web|url=http://www.garzantilinguistica.it/ricerca/?q=perito|titolo=perito}}</ref> Il termine "industriale" deriva dal latino ''indùstrius'' derivato di ''indùstria'', quindi attivo, operoso,<ref>{{Cita web|url=http://www.dizionario-latino.com/dizionario-latino-italiano.php?parola=industrius|titolo=Industrius|editore=Olivetti Media Communication|curatore=E. Olivetti|volume=Dizionario latino Olivetti|accesso=25 gennaio 2017}}</ref> con riferimento al sistema preposto alla produzione di beni materiali e servizi su larga scala, ed è caratterizzato dall'uso generalizzato di macchine.<ref>{{Cita web|url=http://www.etimo.it/?term=industria|titolo=Industria|autore=P. O. Pianigiani|curatore=Francesco Bonomi|data=1907|volume=versione digitale del "Vocabolario etimologico della lingua italiana"|accesso=25 gennaio 2017}}</ref>
== Descrizione generale ==
=== La formazione ===
Il titolo, ai sensi della legge 2 febbraio 1990, n. 17, si otteneva precedentementecol conseguimento di [[diploma]] rilasciato da un [[istituto tecnico industriale|tecnico industriale]] (ITI) statale, paritario o legalmente riconosciuto.<ref>{{Cita web|url=http://www.istruzione.it/allegati/2015/cm1_15.zip|titolo=Nuove normative diploma istituti tecnici|autore=Istruzione.it|editore=|data=29/01/2015|citazione=Nuovo titolo ottenuto post diploma: DIPLOMATO DI ISTITUTO TECNICO SETTORE TECNOLOGICO|accesso=}}</ref> al completamento della [[scuola secondaria di secondo grado in Italia|scuola secondaria superiore]] d'indirizzo [[istituto tecnico industriale|tecnico industriale]] (ITI) statale, paritario o legalmente riconosciuto. Per utilizzare il titolo professionale di perito industriale occorre il superamento dell'esame di stato e l'iscrizione all'albo professionale in aderenza al testo coordinato della legge n. 17/1990 con il decreto legge 29 marzo 2016, n. 42 - converito in legge 26 maggio 2016, n. 89.<ref>{{Cita web|url=http://www.periti-industriali.com/index.php/archivio-news/550-2016-05-25-15-17-21|titolo=Testo coordinato L.17/90 con L.89/16}}</ref>
 
La professione è riservata agli iscritti all'ordine professionale. Ai sensi della legge n. 89/2016,<ref>Testo coordinato del decreto-legge n. 42 del 29 marzo 2016, art.1-''septies'', che ha modificato la precedente legge n.17/1990</ref> l'accesso alla professione, previo superamento di un esame di stato, è riservato a chi sia in possesso di laurea triennale conseguita in specifiche classi<ref>Le classi di laurea sono stabilite dal [[Decreto del presidente della Repubblica|D.P.R.]] n. 328/2001, [[Articolo (legge)|art.]] 55, [[Comma (legge)|co.]] 2, [[Lettera (alfabeto)|lett.]] d):
</ref>
oppure, in via transitoria fino al 2021, ai diplomati degli [[istituto tecnico industriale|istituti tecnici industriali]] che abbiano svolto un praticantato di 18 mesi.<ref>In quanto svolge una professione di tipo intellettuale - art. 2229 del codice civile - regolamentata dalla direttiva europea 2001/19/CE, recepita con D. Lgs. 8 luglio 2003, n. 277 - pubbl. in Gazz. Uff. n. 239 del 14 ottobre 2003 – S.O. n. 161.</ref>
[[File:Diploma ab prof per ind.jpg|miniatura|380x380px|Un diploma di abilitazione professionale rilasciato col superamento dell'esame di stato. In tal caso la specializzazione è in elettrotecnica industriale.]]
 
La preparazione del perito industriale nell'ambito delle materie ingegneristiche può associarsi a una specializzazione in un particolare settore dell'[[industria]]. Il perito industriale, nell'ambito delle proprie competenze, può svolgere funzioni di coordinamento, direttive, esecutive, progettazione,<ref name="Regio Decreto">[[Regio decreto]] n. 275 dell'11 febbraio 1929, [http://www.cnpi.eu/wp-content/uploads/2013/01/Regiodecreto11febbraio1929.pdf articolo 16] ([[Portable Document Format|PDF]]). Accesso 24-01-2017.</ref> collaudo e ulteriori funzioni a seguito di successive abilitazioni conseguite previste dalla legge.
Utente anonimo