Differenze tra le versioni di "Gianluca Grignani"

Recupero di 2 fonte/i e segnalazione di 0 link interrotto/i. #IABot (v2.0beta15)
(Recupero di 2 fonte/i e segnalazione di 0 link interrotto/i. #IABot (v2.0beta15))
L'anno successivo pubblica ''[[La fabbrica di plastica]]'' prodotto sempre da [[Massimo Luca]] con la collaborazione di [[Greg Walsh]]. Si tratta di un disco [[Icona (società)|cult]] per i suoi estimatori, che all'uscita viene accolto con critiche contrastanti e fu un flop di vendite, disorientando il mercato e il suo pubblico proprio per il carattere sperimentale e rock dell'opera che sembra allontanarlo dallo stereotipo di tipico cantante [[Musica pop|pop]] italiano dei suoi esordi. Innovativo a cominciare dalla copertina dell'edizione limitata, che viene realizzata con sfumature di colore differenti fra una copia e l'altra, rendendo ogni album un esemplare unico sul piano grafico. Durante la registrazione dell'album si prospettò il ritorno a Sanremo nell'edizione del 1996 che Grignani però rifiutò<ref>[http://archiviostorico.corriere.it/1995/dicembre/21/Alba_bocciata_Sanremo_torna_Vanoni_co_0_95122113572.shtml Alba bocciata, a Sanremo torna la Vanoni<!-- Titolo generato automaticamente -->]</ref>.
 
In questi primi anni si fece notare subito per il suo carattere scontroso e fuori dagli schemi, rifiutando (oltre a Sanremo) partecipazioni in [[playback]], limitando le apparizioni in televisione e la promozione dei suoi lavori, rendendosi anche protagonista (in negativo) per alcuni suoi comportamenti durante il Fabbrica di Plastica Tour.<ref>{{Cita web|url=http://www.menstyle.it/cont/musica/musica/0909/2300/scherzi-del-playback.asp/|titolo=Scherzi del playback - musica - MenStyle.it|sito=www.menstyle.it|accesso=5 gennaio 2017|urlarchivio=https://web.archive.org/web/20170106102622/http://www.menstyle.it/cont/musica/musica/0909/2300/scherzi-del-playback.asp/|dataarchivio=6 gennaio 2017|urlmorto=sì}}</ref><ref>{{Cita libro|autore=Massimiliano Longo|titolo=Rockstar (a metà)|anno=2014|editore=Chinaski Edizioni|città=|p=47|pp=223|ISBN=88-98155-58-1}}</ref>
 
Nel [[1998]] viene pubblicato ''[[Campi di popcorn]]'',<ref>{{collegamento interrotto|1=[http://archivio.lastampa.it/LaStampaArchivio/main/History/tmpl_viewObj.jsp?objid=1867156 articolo da La Stampa]|date=marzo 2018 |bot=InternetArchiveBot }}</ref> coprodotto con [[Jay Healy]] (che aveva già lavorato per molti artisti come [[John Mellencamp]], [[The Live|Live]] e [[Patti Smith]]). L'ispirazione dell'opera è frutto di un lungo viaggio che porta il cantautore da [[Vancouver]] in [[Canada]] sino a [[Puerto Vallarta]] in [[Messico]], con tappe a [[Nashville]], nella [[Graceland]] di [[Elvis Presley]] e termina a [[New York]], nei leggendari studi della [[Hit Factory]] dove registra tutto l'album. Il risultato è un altro lavoro fuori dagli schemi e dalle attese, in cui le dodici canzoni contenute compiono una fusione di sonorità acide e linee melodiche dolci.
* {{Collegamenti esterni}}
* {{cita web|https://myspace.com/grignani|Grignani My space}}
* {{cita web | 1 = http://www.romadailynews.it/2012/01/orion-live-di-roma-presenta-gianluca-grignani-in-concerto-il-23-marzo/ | 2 = Orion Live di Roma presenta GIANLUCA GRIGNANI in concerto il 23 marzo 2012 | accesso = 18 gennaio 2012 | urlarchivio = https://web.archive.org/web/20120120184600/http://www.romadailynews.it/2012/01/orion-live-di-roma-presenta-gianluca-grignani-in-concerto-il-23-marzo/ | dataarchivio = 20 gennaio 2012 | urlmorto = sì }}
 
{{Gianluca Grignani}}
1 061 602

contributi