Differenze tra le versioni di "Classe County (incrociatore)"

m
m (nessuna indicazione della categoria/galleria Commons quando è presente la proprietà P373 e modifiche minori)
 
==Obiettivi==
I nuovi incrociatori da 10.000 tonnellate, noti anche come "Treaty Cruiser" <ref name= Morris> Morris, op. cit., p. 174 </ref> vista la grande influenza che i trattati navali internazionali ebbero sulla loro progettazione, furono le prime unità costruite in base alle nuove restrizioni. Per contenere il dislocamento totale, i progettisti e l'[[Ammiragliato (Regno Unito)|Ammiragliato]] si trovarono a dover scegliere con attenzione quali caratteristiche sviluppare di più nelle nuove navi. La [[US Navy]] ricorse ad un progetto di unità con torrette triple, in modo da ridurre la lunghezza delle navi per risparmiare peso da utilizzare per la protezione. Questo ovviamente aveva ripercussioni nelle velocità di punta degli incrociatori statunitensi. Le necessità dell'impero britannico, incentrate soprattutto sul controllo di estese rotte coloniali tra la madrepatria e le diverse zone dell'impero, spinsero i progettisti a privilegiare l'autonomia e la velocità delle nuove unità rispetto alla protezione. Vennero quindi mantenute le torrette principali binate ed uno scafo allungato per reggere il mare in ogni condizione meteorologica.
 
==Le caratteristiche dei County==
 
===Propulsione===
Il sistema propulsivo prevedeva turbine Parsons o di altri modelli su ben 4 assi, per un totale di 80,000 [[Cavallo vapore|hp]]. Ben 3.200 t di carburante davano un'autonomia estremamente elevata, anche perché la potenza era assai limitata per una tale nave.<br/>La velocità massima era indicata in 32 [[nodo (unità di misura)|nodi]], non molti ma mantenibili, come uso per la Royal Navy, in condizioni pratiche<ref>{{cita|Collins|p. 127}}</ref> e non nelle prove in tempo di pace, come in uso in altre Marine (segnatamente, quella [[Regia Marina|Italiana]] e anche la [[Marina imperiale giapponese]]).
 
===Armamento e velivoli===
 
==Servizio==
[[ImmagineFile:HMS Sussex (96).jpg|upright=1.4|thumb|La HMS ''Sussex'']]
Per molti anni l'elegante sagoma dei "County" segnò la presenza della RN in ogni parte del mondo, quasi a garanzia della potenza colonialista e politica inglese. Degno di nota che nei 10 anni successivi la Royal Navy non costruì altri incrociatori pesanti, a parte gli York.<br/>Quando subentrarono le ostilità, i County vennero impiegati in larga misura per proteggere la flotta mercantile e le rotte di navigazione.<br/>Essi presero parte a molti eventi bellici di grande importanza, come la [[caccia alla Bismarck|caccia alla ''Bismarck'']], innumerevoli missioni in Mediterraneo, l'attacco finale alla ''[[Scharnhorst (incrociatore da battaglia)|Scharnorst]]''. Ma il loro ruolo principale era quello, meno appariscente, di proteggere le navi da trasporto e distruggere i corsari tedeschi, come avvenne con l'''[[Atlantis (HSK 2)|Atlantis]]'', centrata dalla ''[[HMS Devonshire (39)|Devonshire]]'' da oltre 16.000 metri con 8 colpi.
 
Due navi, l'HMAS ''Australia'' e l'HMAS ''Canberra'', vennero cedute alla Marina Australiana. Quest'ultima nave venne affondata durante la disastrosa notte della battaglia dell'Isola di Savo. Sempre per mano dei giapponesi, stavolta non con l'attacco notturno di una squadra di incrociatori, ma grazie all'aviazione imbarcata, andarono persi il ''[[HMS Cornwall (56)|Cornwall]]'' e il ''[[HMS Dorsetshire (40)|Dorsetshire]]'' della Marina Inglese, distrutti da circa 80 bombardieri in picchiata giapponesi nell'aprile 1942. Gli altri incrociatori, nonostante i numerosi danni via via subiti, sopravvissero (10 su 13) alla guerra e vennero via via radiati nel dopoguerra, ormai obsoleti. Caso a parte per la sottoclasse degli ''York'', progettati per ultimi per essere più economici nella costruzione e che solo per il calibro dei pezzi erano classificati come incrociatori pesanti. Le navi di questa sottoclasse, inizialmente prevista di otto esemplari di cui solo due realizzati, vennero entrambe affondate, l'[[HMS_Exeter_(68)|''Exeter'']] in combattimento dai giapponesi nel corso della battaglia del mar di Giava, lo ''[[HMS York (90)|York]]'' dai mezzi d'assalto della marina italiana mentre era alla fonda nella baia di Suda, a Creta.
 
==Note==
 
==Altri progetti==
{{interprogetto|commons=Category:County class cruiser}}
 
{{Classe County}}
2 802 028

contributi