Apri il menu principale

Modifiche

m
doi
[[File:North America from low orbiting satellite Suomi NPP.jpg|miniatura|Raggiungere gli obiettivi di sostenibilità permetterà all'uomo di continuare a vivere sulla Terra]]<br/>
[[File:Inside the Batad rice terraces.jpg|miniatura|[[Terrazzamento|Terrazzamenti di riso]] di Batad, Filippine – patrimonio UNESCO]]
 
La '''sostenibilità''' è la caratteristica di un processo o di uno stato che può essere mantenuto a un certo livello indefinitamente. In ambito [[scienze ambientali|ambientale]], [[economia|economico]] e [[sociologia|sociale]], essa è il processo di cambiamento nel quale lo sfruttamento delle risorse, il piano degli investimenti, l'orientamento dello sviluppo tecnologico e le modifiche istituzionali sono tutti in sintonia e valorizzano il potenziale attuale e futuro al fine di far fronte ai bisogni e alle aspirazioni dell'uomo.<ref name=globalfootprints>{{cita web|url=http://www.globalfootprints.org/sustainability|titolo=What is sustainability|lingua=en|accesso=2 giugno 2018}}</ref>
 
La [[sicurezza idrica]] e la [[sicurezza alimentare]] sono inestricabilmente collegate. Nel decennio 1951-60 i prelievi di acqua da parte dell’uomo erano quattro volte maggiori rispetto al decennio precedente. Questo rapido aumento è derivato dall'impatto degli sviluppi scientifici e tecnologici sull’[[economia]] – specialmente l’aumento dei terreni irrigui, la crescita nel settore industriale ed energetico e la costruzione intensiva di [[dighe]] in tutti i continenti. Ciò ha alterato il ciclo dell’acqua dei [[fiumi]] e dei [[Lago|laghi]], ha colpito la stessa [[qualità dell’acqua]] e ha avuto un impatto significativo sul ciclo idrico globale.<ref name=Shiklamov> Shiklamov, I. (1998). "World Water Resources. A New Appraisal and Assessment for the 21st century." A Summary of the Monograph World Water Resources prepared in the Framework of the International Hydrological Programme. Retrieved on: 2009-03-18.</ref> Attualmente il consumo umano di acqua è insostenibile per il 35%, attingendo a falde acquifere in diminuzione e riducendo la corrente dei principali fiumi: questa percentuale rischia di aumentare se gli effetti del [[cambio climatico]] si dovessero aggravare, la [[popolazione]] crescesse, le falde acquifere dovessero progressivamente esaurirsi e le provviste diventassero inquinate e insalubri.<ref> Clarke & King (2006) pp. 22–23.</ref> Dal 1961 al 2001 la richiesta d’acqua si è duplicata – per uso agricolo è aumentata del 75%, per uso industriale più del 200% e per uso domestico più del 400%. Negli anni ’90 è stato stimato che l’uomo stesse usando il 40-50% dell’acqua dolce disponibile a livello globale nel rapporto approssimativo del 70% per l’agricoltura, del 22% per l’[[industria]] e dell’8% per usi domestici con un utilizzo globale progressivamente crescente.<ref name=Shiklamov/>
 
L’[[efficienza idrica]] sta migliorando su scala mondiale per una maggiore [[gestione della domanda]], per il miglioramento delle infrastrutture, per il miglioramento della [[produttività]] dell’acqua per l’agricoltura, riducendo al minimo l’intensità dell’acqua (acqua immagazzinata) dei beni e dei servizi, affrontando le carenze nel mondo non industrializzato, concentrando la produzione di cibo nelle aree ad alta produttività e pianificando il [[cambio climatico]], come attraverso la progettazione flessibile del sistema. Un orientamento promettente verso uno sviluppo sostenibile consiste nel progettare sistemi che devono essere flessibili e reversibili.<ref> Fawcett, William; Hughes, Martin; Krieg, Hannes; Albrecht, Stefan; Vennström, Anders (2012). "Flexible strategies for long-term sustainability under uncertainty". Building Research. 40 (5): 545–557. doi:10.1080/09613218.2012.702565.</ref><ref> Zhang, S.X.; V. Babovic (2012). "A real options approach to the design and architecture of water supply systems using innovative water technologies under uncertainty" (PDF). Journal of Hydroinformatics.</ref> Al livello locale, la gente sta diventando più autosufficiente raccogliendo l’acqua piovana e riducendo l’utilizzo dell’acqua di rete.<ref name="A" /><ref>{{cita pubblicazione|titolo= Hoekstra, A.Y.; Chapagain, A.K. (2007). "The Water Footprints of Nations: Water Use by People as a Function of their Consumption Pattern". Water Resource Management. 21 (1): 35–48. |doi:=10.1007/s11269-006-9039-x.}}</ref>
 
====Cibo====