Mehmet Ali: differenze tra le versioni

818 byte aggiunti ,  2 anni fa
Aggiunta di testo + fonti da en.wiki
Nessun oggetto della modifica
(Aggiunta di testo + fonti da en.wiki)
|Attività = condottiero
|Attività2 = politico
|Nazionalità = turcaalbanese
|FineIncipit = è stato un capo militare musulmano[[Albanesi|albanese]] ottomano, ''[[Wali (governatore)|wālī]]'' ({{arabo|والي}}, [[lingua turca|turco]] ''vali'') dell'[[Eyalet d'Egitto]] dal [[1805]]. È storicamente ritenuto il padre fondatore dell'[[Egitto moderno]], avendo contribuito ad abbattere il [[Mamelucchi|regime neo-mamelucco]], che agiva arbitrariamente, pur in stato di [[vassallaggio]] nei confronti dell'[[Impero ottomano]]
|Immagine = ModernEgypt, Muhammad Ali by Auguste Couder, BAP 17996.jpg
}}
 
== Biografia ==
Mehmet Ali (versione balcanica del nome che in arabo è Muḥammad ʿAli) nacque nel [[1769]] nella città di [[Kavala]] (Qawāla), in [[Macedonia (regione storica)|Macedonia]], al tempo parte dell'[[Impero Ottomano]], in una famiglia di [[albanesi]] originari di [[Korça]].<ref>{{cita libro | url=https://books.google.al/books?id=J5U3AAAAIAAJ&pg=PA266 | p=266 | titolo=The Encyclopaedia of Islam | cognome=Gibb | nome=Sir Hamilton | editore=Brill | data=1954|lingua=en}}</ref><ref>{{cita libro|titolo=Ottoman architecture in Albania, 1385-1912|editore=Research Centre for Islamic History, Art and Culture|data=1990|cognome=Kiel|nome=Machiel|lingua=en}}</ref> Era il secondo figlio di un mercante di tabacco di nome Ibrahim Agha, che prestò servizio come comandante ottomano di una piccola unità a Kavala.<ref>{{cita libro|cognome=Kia|nome=Mehrdad|titolo=The Ottoman Empire: A Historical Encyclopedia [2 volumes]|data=2017|editore=ABC-CLIO|isbn=9781610693899|p=87|url=https://books.google.gr/books?id=UgUmDwAAQBAJ&pg=PA87&dq=|lingua=en|quote=His father... was the commander of a small army unit that served the governor of Kavala}}</ref><ref name=Elsie2012>{{Cita libro | titolo = A Biographical Dictionary of Albanian History | autore = Robert Elsie | editore = I.B.Tauris | anno = 2012 | isbn = 9781780764313 | p = 303 | url= https://books.google.it/books?id=pgf6GWJxuZgC&pg=PA303&dq#v}}</ref> Sua madre era Zeynep, la figlia dell' "Ayan di Kavala" Çorbaci Husain Agha. Quando suo padre morì in giovane età, Mehmet fu preso e cresciuto da suo zio con i suoi cugini. Come ricompensa per il duro lavoro di Mehmet Ali, suo zio gli diede il grado di "[[Boluk-bashi]]" per la riscossione delle tasse nella città di Kavala.<ref name=Elsie2012 /> Dopo il promettente successo nella riscossione delle tasse, Mehmet ottenne il grado di Secondo Comandante sotto il suo cugino Sarechesme Halil Agha nel contingente volontario di Kavala di mercenari [[albanesi]] che in seguito fu inviato per rioccupare l'Egitto dopo il ritiro del generale [[Napoleone Bonaparte]].<ref name=Elsie2012 />
Figlio di un notabile musulmano originario dell'Anatolia orientale di nome Ibrahim [[Agha|Aga]], nacque nel [[1769]] nella città di [[Kavala]] (Qawāla), nella [[Macedonia Orientale e Tracia|Macedonia Orientale greca]], al tempo parte dell'[[Impero Ottomano]], Mehmet Ali (versione balcanica del nome che in arabo è Muḥammad ʿAli), fu il primo [[viceré]] (''[[chedivè]]'') ''[[de facto]]'' dell'[[Egitto]] (anche se questo titolo sarà riconosciuto dal [[sultano ottomano]] al nipote [[Isma'il Pascià|Ismāʿīl Pascià]] solo nel [[1867]]) e governò l'Egitto dal [[1805]] al [[1848]].
 
Dopo aver lavorato per un certo periodo nella sua gioventù come mercante di tabacco, Muhammad ʿAli entrò a far parte dell'[[esercito ottomano]], all'interno del quale effettuò una brillante e rapida carriera.
 
=== L'ascesa al potere ===
Il [[Sultano]] ottomano mandò allora una spedizione militare per ricondurre all'obbedienza l'Egitto, ma le divisioni etniche e politiche nei vari ceti impedirono agli Ottomani di operare efficacemente per lungo tempo. Quando i salari delle truppe erano versati in ritardo, parte delle forze militari in Egitto si ammutinava e parte si dava al brigantaggio, senza che i neo-Mamelucchi fossero in grado di riportare sotto controllo la situazione.
 
MuhammadʿAli, giovane ufficiale arrivòarrivato in Egitto nel 1801 come comandante di un corpo di volontari di 200 uomini della città di Kavala, inquadrato in uncol contingente di irregolari [[Albania|albanesialbanese]] di 4.000 uomini che faceva parte delle forze di spedizione ottomane. Questo fatto è alla base dell'errata convinzione, accoltaintervenne daper molticolmare scrittoriquesto europeivuoto deldi XIX secolo e ancor oggi molto diffusapotere, che Muhammad 'Ali fosse albanese. In realtà la sua famiglia ed egli stesso erano musulmani turcofoni ed egli non conosceva, ne mai imparò altre lingua che quella turca ottomana. Nel 1803 prese il posto di Tahir Bey come comandante delle truppe albanesi e nei due anni successivi riuscì a crearsicreandosi una base di potere con i capi dei villaggi, con l'elemento religioso [[musulmani|musulmano]] e con i ricchi mercanti del [[Cairo]], eliminando o espellendo i tre governatori consecutivamente inviati da [[Istanbul]]. Senza che vi fosse nessun altro in grado di assumere le funzioni di governo, il Sultano dovette fare buon viso a cattivo gioco e fu costretto a nominare Muhammad Ali suo ''[[Wali (governatore)|wālī]]'', ossia governatore ({{arabo|والي}}, [[lingua turca|turco]] ''vali'') in Egitto nel [[1805]].
 
Muhammad Ali trascorse i primi anni del suo regno a normalizzare la situazione, a rintuzzare i complotti tesi a spodestarlo e a estendere la sua personale autorità su tutte le province dell'Egitto.