Differenze tra le versioni di "Arnau Fonolleda"

m
(- 4 categorie usando HotCat)
== Biografia ==
 
Il padre di Arnau era un notaio e cancelliere del re [[Martino I di Aragona|Martino]] e servì come segretario dei delegati del [[Compromesso di Caspe]]. Dal 1431 Arnau Fonolleda appare come impiegato pubblico e notaio in curia. Nel 1436 iniziò a fungere da segretario presso re [[Alfonso V d'Aragona|Alfonso V]] e, come tale, esercitò numerose missioni politiche e diplomatiche tra il 1436 e il 1449. Scrisse lettere agli ambasciatori al [[Concilio di Basilea, Ferrara e Firenze|Concilio di Basilea]], al [[Filippo Maria Visconti|duca di Milano]] e al papa<ref name=":0">{{Cita|Vilallonga}}.</ref>. Ha agito come custode del patrimonio reale nel [[Regno di Sicilia]]. In qualità di segretario di Alfonso V, che diede una svolta umanistica alla sua corte napoletana, Arnau Fonolleda fu in contatto con numerosi umanisti ed intellettuali del tempo<ref>{{Cita|Cappelli|pp. 279-280}}.</ref>. [[Lorenzo Valla]], ad esempio, dedicò la sua versione latina delle favole d'[[Esopo]] nel 1438, che fu infine stampata a [[Valencia]] nel 1480. Fu in contatto con [[Leonardo Bruni]] detto l'Aretino e con il [[Patriarcato ecumenico di Costantinopoli|patriarca di Costantinopoli]]. Nel 1446 fu nominato sindaco generale della [[Catalogna]], e fino alla morte del re Alfonso fece anche da protonotario e suo consigliere<ref name=":0" />.
 
== Opere ==
2 942 666

contributi