Apri il menu principale

Modifiche

m
sposto immagini
==== Il conclave del 1740 ====
{{vedi anche|conclave del 1740}}
[[File:Benoit-XIV.jpg|thumb|[[Pierre Subleyras|Pierre-Hubert Subleyras]], ''Papa Benedetto XIV'', [[Pittura a olio|olio su tela]], 1746, [[Metropolitan Museum of Art|Metropolitan Museum]], [[New York]].|left]]
 
===== Lo spirito del papa Clemente =====
 
===== Provvedimenti teologici e pastorali =====
[[File:Arbitrato di papa Benedetto XIV.jpg|left|thumb|upright=1.65|[[Placido Costanzi]], ''Arbitrato di papa Benedetto XIV'', [[Pittura a olio|olio su tela]], 1751-52, [[Accademia Carrara|Museo dell'Accademia Carrara]], [[Bergamo]]]]
Benedetto XIV ebbe, sotto il profilo strettamente religioso, un pontificato estremamente attivo. Nella prima fase del pontificato dimostrò una volontà riformatrice nei vari provvedimenti teologici e pastorali, avvicinandosi al clima dell'''Aufklarung'' (illuminismo) cristiano<ref>{{Cita|Venturi}}.</ref> espresso dalle posizioni di [[Ludovico Antonio Muratori]] e del cardinale [[Pierre Guérin de Tencin]], coi quali il pontefice era in contatto epistolare<ref name="Rosa Enciclopedia dei Papi" />. Seguendo il modello di [[Carlo Borromeo]], il pontefice richiamò i vescovi a risiedere nelle loro diocesi, non allontanandosi da esse per un periodo di tempo troppo lungo ([[Costituzione apostolica|costituzione]] ''Ad universae christianae reipublicae'', 3 settembre 1746)<ref>{{cita|Fiorani-Settecento romano|p. 544}}.</ref>.
 
 
=== Le posizioni del XX secolo ===
[[File:Carlo di Borbone visita il papa Benedetto XIV nella coffee-house del Quirinale, Pannini 001.jpg|left|thumb|upright=1.65|[[Giovanni Paolo Pannini]], ''Carlo di Borbone visita il papa Benedetto XIV nella [[Coffee House del Quirinale|coffee-house del Quirinale]]'', [[Pittura a olio|olio su tela]], 1746, [[Museo nazionale di Capodimonte|Museo di Capodimonte]], [[Napoli]]]]
La figura di Benedetto fu ampiamente rivalutata nel corso del [[XX secolo]], sia dalla Chiesa (come riassunto poco sopra), quanto dalla storiografia e dal giornalismo [[vaticanista]]. Infatti, per la straordinaria modernità con cui si rivolse al mondo secolare e per la bonomia di carattere, tanto da definirlo come il "cardinale Roncalli del '700"<ref name="Russomanno" /> o come il «...modesto ma convinto anticipatore della linea giovannea»<ref>[[Carlo Falconi]], citato in {{Cita|Rendina-I Papi|p. 730}}</ref>, Benedetto XIV godette di giudizi assai positivi. Nonostante ciò, come sottolinea il curatore della voce sull'''[[Enciclopedia dei Papi]]'' dedicata al Lambertini, lo storico [[Mario Rosa]], manca ancora uno studio organico sulla figura del pontefice<ref>{{cita|Rosa-Enciclopedia dei Papi}}{{citazione|Manca una biografia articolata e completa su Benedetto XIV.}}</ref>. Infatti, nonostante ci siano alcuni studi critici di qualità, come quelli compiuti da Emilia Morelli sull'epistolario col cardinale De Tencin<ref>{{cita|Rosa-Enciclopedia dei Papi}}{{citazione|Di grande importanza l'edizione de Le lettere di Benedetto XIV al cardinale de Tencin, a cura di E. Morelli, I, 1740-1747, Roma 1955; II, 1748-1750, ivi 1965; III, 1751-1758, ivi 1984, che supera la vecchia Correspondance de Benoît XIV (1742-1756), I-II, a cura di E. de Heeckeren, Paris 1912.}}</ref> o il congresso di studi lambertiniani tenutisi a [[Cento (Italia)|Cento]] nel 1981, la figura del pontefice nel corso del Novecento non è stata studiata nella sua complessità: unica eccezione sono gli interventi artistici e urbanistici effettuati a Roma<ref>per esempio, {{Cita|Debenedetti|titolo = L'Architettura da Clemente XI a Benedetto XIV: pluralità ̀di tendenze}}.</ref>, e il legame con gli ordini religiosi<ref name="Rosa Enciclopedia dei Papi"/>.