Differenze tra le versioni di "Frammentazione della Democrazia Cristiana"

m (Annullate le modifiche di 2.32.150.107 (discussione), riportata alla versione precedente di Paolotacchi)
Etichetta: Rollback
Come detto, alcuni consiglieri nazionali della [[Democrazia Cristiana (2004)|DC guidata da Angelo Sandri]] convocarono per il 5 luglio 2014 il parlamentino del partito e deliberarono la sfiducia a Sandri nominando al contempo la presidente del partito Annamaria Ciammetti commissario straordinario. Angelo Sandri però reagì immediatamente, convocando la Direzione nazionale per il successivo 12 luglio, dichiarando illegittima la convocazione del Consiglio Nazionale da parte dei dissidenti ed espellendoli dal partito. Da quel momento, pertanto, i sostenitori della Ciammetti continuarono la loro attività politica al di fuori della DC sandriana, come forza politica distinta.
 
== La ''"Democrazia Cristiana"'' di Gianfranco Rotondi (dal 2018) ==
{{Vedi anche|Democrazia Cristiana (2018)}}
Il 19 ottobre [[2017]] [[Gianfranco Rotondi]] annuncia di essere diventato titolare del nome e del simbolo della Democrazia Cristiana e, dopo un incontro con [[Silvio Berlusconi]], [[Lorenzo Cesa]] e [[Clemente Mastella]], esprime la volontà di ripresentare alle elezioni la DC, facendola organizzare a giovani e donne. <ref>{{Cita news|lingua=it-IT|url=http://www.huffingtonpost.it/2017/10/19/torna-la-dc-lo-storico-simbolo-sara-di-nuovo-sulla-scheda-elettorale-grazie-a-berlusconi_a_23249155/|titolo=Torna la Dc. Lo storico simbolo sarà di nuovo sulla scheda elettorale grazie a Berlusconi|pubblicazione=L’Huffington Post|data=2017-10-19|accesso=2017-10-21}}</ref>
 
Utente anonimo