Differenze tra le versioni di "Nicolò Bambini"

Nessun cambiamento nella dimensione ,  1 anno fa
m
Bot: T:Collegamenti esterni e modifiche minori
(citazione fonte)
m (Bot: T:Collegamenti esterni e modifiche minori)
Nato a Venezia, dove compie i primi studi come allievo di [[Sebastiano Mazzoni]]. Trasferitosi a [[Roma]], divenne allievo di [[Carlo Maratta]]. Ha dipinto per la chiesa di Santo Stefano a [[Venezia]] subito dopo il suo ritorno da Roma.
 
Lo Zanetti lo considerò «maestro di rara dottrina», che Bambini evidenziò soprattutto nelle opere in collaborazione con [[Giovanni Agostino Cassana]].<ref name ="le muse">{{cita libro | capitolo=Nicolò Bambini | titolo=le muse | editore=De Agostini | città=Novara | anno=1964 | volume=II |p=26}}</ref>
 
Tra i suoi allievi si possono menzionare G. Zampini, [[Girolamo Brusaferro]] e il figlio Giovanni.<ref name ="le muse" />
 
Morì a Venezia. Ebbe due figli, anche loro pittori, Giovanni e Stefano.
 
==Collegamenti esterni==
* {{Collegamenti esterni}}
 
{{Controllo di autorità}}
2 880 114

contributi