Differenze tra le versioni di "Zona mesopelagica"

m
Bot: aggiungo template {{Collegamenti esterni}} (ref)
m (Bot: aggiungo template {{Collegamenti esterni}} (ref))
 
 
La '''zona mesopelagica''' (dal [[Lingua greca|greco]] μέσον, «mezzo»; detta anche '''zona mediopelagica''' o '''zona crepuscolare''') è la [[dominio pelagico|zona pelagica]] estesa tra i 200 e i 1000 metri di profondità sotto il livello del mare. È situata tra la [[zona epipelagica]] [[zona eufotica|fotica]] e quella [[zona batipelagica|batipelagica]] [[zona afotica|afotica]], dove la [[luce]] è assente del tutto. Sebbene un po' di luce riesca a raggiungere queste profondità, non è sufficiente per consentire la [[fotosintesi]]. Sebbene la temperatura vari meno a qualsiasi altezza rispetto alla zona epipelagica, la zona mesopelagica è sede del [[termoclino]] e le temperature variano dagli oltre 20 °C della parte superiore ai 4 °C del confine con la zona batipelagica. Vivono qui animali come [[Xiphias gladius|pesci spada]], [[Teuthida|calamari]], [[Anarrhichthys ocellatus|anguille lupo]], [[sepiida|seppie]] e altre creature semi-abissali. Inoltre, vi giunge abbastanza luce per rendere [[Fluorescenza|fluorescenti]] alcuni animali, come il [[Scyliorhinus retifer|gattuccio reticolato]]. Lo [[strato riflettente profondo]] è quasi sempre situato in questa zona.
 
== Collegamenti esterni ==
* {{Collegamenti esterni}}
 
{{Portale|ecologia e ambiente}}
2 812 800

contributi