Apri il menu principale

Modifiche

Recupero di 2 fonte/i e segnalazione di 0 link interrotto/i. #IABot (v2.0beta15)
 
=== Decontaminazione/Disinfezione ===
È sconsigliato il lavaggio del materiale quando ancora è altamente contaminato. Il lavaggio potrebbe portare, a causa degli schizzi, ad una diffusione microbica sulle suppellettili circostanti e aumenta il rischio di contaminazione dell'operatore. Il materiale contaminato deve essere sottoposto ad un ciclo di [[disinfezione]], questo ciclo deve avvenire il più velocemente possibile, prima che si abbiano coagulazioni e incrostazioni del [[sangue]] o del [[siero]]. La decontaminazione preventiva deve essere eseguita come dispone l'art. 2 del Decreto del Ministero della Sanità dal 28/09/1990<ref>[{{Cita web |url=http://www.ministerosalute.it/imgs/C_17_normativa_895_allegato.pdf |titolo=Normativa del Ministero della Salute del 28/09/1990] |accesso=4 luglio 2007 |urlarchivio=https://web.archive.org/web/20070926235628/http://www.ministerosalute.it/imgs/C_17_normativa_895_allegato.pdf |dataarchivio=26 settembre 2007 |urlmorto=sì }}</ref>, allo scopo di ridurre la carica microbica presente sugli strumenti, rendendo meno rischiosa la manipolazione da parte degli operatori. Essa permette inoltre una rimozione di residui organici presenti sugli strumenti stessi.
 
=== Detersione e lavaggio ===
== Bibliografia ==
* S. Barbuti, E.Belelli, ''Igiene'', Monduzzi Editore
* {{cita web | 1 = http://www.ispesl.it/linee_guida/fattore_di_rischio/LGAgeBiolSter.htm | 2 = Le linee guida per la sterilizzazione secondo il Decreto Legislativo 626/94 | accesso = 13 febbraio 2007 | urlarchivio = https://web.archive.org/web/20070418034519/http://www.ispesl.it/linee_guida/fattore_di_rischio/LGAgeBiolSter.htm | dataarchivio = 18 aprile 2007 | urlmorto = sì }}
 
== Voci correlate ==
959 346

contributi