Differenze tra le versioni di "Seretse Khama"

→‎Presidenza: Aggiunto wikilink
(→‎Presidenza: Aggiunto wikilink)
Etichette: Modifica da mobile Modifica da web per mobile
Al momento dell'indipendenza, il Botswana era uno dei più poveri Paesi del mondo. Poiché il governo non riusciva a far fronte alle spese con le entrate fiscali, il Paese era fortemente indebitato con il Regno Unito. Gli aggressivi governi insediati nei confinanti [[Sudafrica]] e [[Rhodesia]] facevano presagire che il Botswana sarebbe diventato un loro stato satellite.
 
Seretse Khama mise in atto un vigoroso programma di riforme teso a trasformare il Paese in un'economia orientata alle esportazioni, in particolare di [[carne]], [[rame]] e [[diamante|diamanti]]. Nel [[1967]] la scoperta dell'enorme giacimento di [[diamante|diamanti]] di [[Orapa]] facilitò l'attuazione del programma. Tra il [[1966]] e il [[1980]] il [[Botswana]] sperimentò una delle più rapide crescite economiche del mondo, reinvestendo i profitti delle esportazioni in infrastrutture, in sanità e nel sistema educativo, gettando così le basi per una crescita duratura. Seretse Khama inoltre istituì una severa normativa contro la [[corruzione]], uno dei principali problemi che affliggevano i Paesi africani dopo l'indipendenza.
 
Per quanto riguarda la politica estera, Seretse Khama negò ai movimenti di liberazione del [[Sudafrica]] e della [[Rhodesia]] il permesso di usare il Paese come base per le loro operazioni di guerriglia. Tuttavia, consentì ai gruppi indipendentisti di transitare attraverso il Paese per raggiungere lo [[Zambia]], esponendosi alle rappresaglie dei vicini. Poco prima di morire, rivestì un ruolo di primo piano nei negoziati tra le parti in lotta nella guerra civile della [[Rhodesia]], che diedero origine alla creazione dello Stato indipendente dello [[Zimbabwe]].
6 210

contributi