Differenze tra le versioni di "Trombossani"

200 byte aggiunti ,  2 anni fa
Recupero di 1 fonte/i e segnalazione di 0 link interrotto/i. #IABot (v2.0beta15)
(Recupero di 1 fonte/i e segnalazione di 0 link interrotto/i. #IABot (v2.0beta15))
In condizioni di [[stress ossidativo]] ([[diabete]], [[ipercolesterolemia]], [[ipertensione]]) la produzione endoteliale di [[prostaciclina]] risulta inibita e il metabolismo dell'[[acido arachidonico]] viene deviato verso la sintesi di trombossano e di altri eicosanoidi vasocostrittori/pro-aggreganti. In queste situazioni patologiche, l'eccesso di ioni superossido (O<sub>2</sub><sup>-</sup>) reagisce con l'ossido nitrico (NO) formando il radicale [[perossinitrito]] (OONO<sup>-</sup>) che possiede la proprietà di inattivare per tirosin-nitrosazione la prostaciclina sintetasi.<ref>{{Cita pubblicazione|autore=P. Schmidt|anno=2003|titolo=Specific nitration at tyrosine-430 revealed by high resolution mass spectrometry as basis for redox regulation of bovine prostacyclin synthase|rivista=J. Biol. Chem.|volume=278|numero=|pp=12813–12819|url=http://www.jbc.org/content/278/15/12813.long}}</ref> In tal modo la via metabolica dell'acido arachidonico è indirizzata verso la produzione di PGH<sub>2</sub>, TXA<sub>2</sub>, acidi idrossitetraenoici (HETE) e isoprostani (8-isoP), composti che attivano il recettore TP e svolgono azione pro-aggregante piastrinica, pro-infiammatoria e vasocostrittiva (vedi [[Endotelio]] - Controllo del tono vasale).<ref>{{Cita pubblicazione|autore=M.H. Zou|anno=2002|titolo=High glucose via peroxynitrite causes tyrosine nitration and inactivation of prostacyclin synthase that is associated with thromboxane/ prostaglandin H2 receptor-mediated apoptosis and adhesion molecule expression in cultured human aortic endothelial cells|rivista=Diabetes|volume=51|numero=|pp=198–203|url=http://diabetes.diabetesjournals.org/content/51/1/198.long}}</ref> Questi effetti sono potenziati dal fatto che i [[radicali liberi]] dell'ossigeno (ROS) aumentano la stabilità e la densità dei recettori TP.<ref>{{Cita pubblicazione|autore=F. Valentin|anno=2004|titolo=The mechanism of oxidative stress stabilization of the thromboxane receptor in COS-7 cells.|rivista=J. Biol.Chem.|volume=279|numero=|pp=8316–8324|url=http://www.jbc.org/content/279/9/8316.full}}</ref>
 
Studi sperimentali lasciano ipotizzare che il TXA<sub>2</sub> esercita un'azione favorevole allo sviluppo dell'[[aterosclerosi]]. Nei topi geneticamente predisposti all'aterosclerosi per deficit dell'apolipoproteina E (topi apoE<sup>-/-</sup>), il contemporaneo deficit del recettore TP (a cui si legano non solo il TXA<sub>2</sub> , ma anche altri eicosanoidi) riduce le lesioni, mentre il deficit del recettore IP per la PGI<sub>2</sub> le ostacola.<ref>{{Cita pubblicazione|autore=A.J. Cayatte|anno=2000|titolo=The thromboxane receptor antagonist S18886 but not aspirin inhibits atherogenesis in apo E-deficient mice: evidence that eicosanoids other than thromboxane contribute to atherosclerosis|rivista=Arterioscler. Thromb. Vasc. Biol.|volume=20|numero=|pp=1724–1728|url=http://atvb.ahajournals.org/content/20/7/1724?ijkey=c7af3b6cb63b2ebbcc0aa1999481b2d4d3c5c033&keytype2=tf_ipsecsha}}</ref><ref name=":0">{{Cita pubblicazione|autore=T. Kobayashi|anno=2004|titolo=Roles of thromboxane A2 and prostacyclin in the development of atherosclerosis in apoE-deficient mice|rivista=J. Clin. Inv.|volume=114|numero=|pp=784–794|url=http://content-assets.jci.org/manuscripts/21000/21446/JCI0421446.pdf}}</ref> L'effetto proaterogeno di TXA<sub>2</sub> è legato in primo luogo al potenziamento dell'attivazione piastrinica, ma anche alla proliferazione delle cellule muscolari lisce; dagli studi sperimentali risulta pure che il TXA<sub>2</sub> possa svolgere un'attività proinfiammatoria agendo direttamente sull'[[endotelio]] e inducendo l'esposizione di molecole adesive per i [[leucociti]].<ref name=":0" /><ref>{{Cita pubblicazione|autore=C. Giannarelli|anno=2010|titolo=Prostanoid and TP-receptors in atherothrombosis: is there a role for their antagonism?|rivista=Thromb. Haemost.|volume=104|numero=|pp=949-954|url=https://th.schattauer.de/en/contents/archive/issue/1172/manuscript/13740.html|accesso=5 dicembre 2016|urlarchivio=https://web.archive.org/web/20161220163338/https://th.schattauer.de/en/contents/archive/issue/1172/manuscript/13740.html|dataarchivio=20 dicembre 2016|urlmorto=sì}}</ref> <ref>{{Cita pubblicazione|autore=S. Gleim|anno=2012|titolo=An Eicosanoid-Centric View of Atherothrombotic Risk Factors|rivista=Cell. Mol. Life Sci.|volume=99|numero=|pp=3361–3380|url=https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC3691514/}}</ref>
 
== Note ==
1 292 485

contributi