Differenze tra le versioni di "Papa Giovanni Paolo I"

Etichette: Modifica da mobile Modifica da web per mobile
Etichette: Modifica da mobile Modifica da applicazione mobile Modifica da applicazione Android
Per la prima volta nella bimillenaria storia della Chiesa, Luciani scelse un doppio nome, in ossequio ai due pontefici che lo avevano preceduto: [[Giovanni XXIII]], che lo aveva consacrato vescovo, e [[Paolo VI]], che lo aveva creato cardinale. Annunciando l'elezione col tradizionale ''[[Habemus Papam]]'', il [[cardinale]] protodiacono [[Pericle Felici]] aggiunse il numero ordinale dopo il nome: ''«qui sibi nomen imposuit Ioannis Pauli Primi»''.
 
Fu loLuciani stesso Luciani a richiederlo, infatti è uso che il [[papa|pontefice]] che scelga un [[nome pontificale]] mai usato da un suo predecessore non assuma l'ordinale, che gli viene attribuito postumo solo nel caso in cui un suo successore scelga lo stesso nome. Luciani, invece, per tutto il suo breve pontificato, fu sempre chiamato Giovanni Paolo I o Giovanpaolo I (caduto in disuso subito dopo la sua morte), ma mai solo Giovanni Paolo, a differenza di quanto accaduto col nome pontificale del successivo [[papa Francesco]], al quale non è stato aggiunto ufficialmente alcun numero ordinale (lo stesso papa [[italo-argentini|italo-argentino]] precisò che voleva essere chiamato solo "Francesco" e non "Francesco I").
 
È possibile che alla scelta di aggiungere il numerale fosse legata la novità che, benché il nome in sé fosse inedito, si trattavaera comunque di un nome costituito dall'unione del nome dei due predecessori, e quindi il numerale I volesse proprio sottolineare la novità nella continuità, all'insegna dei due predecessori che avevano condotto il Concilio.<ref>http://www.osservatoreromano.va/it/news/umilta-e-servizio</ref> All'indomani dell'elezione, Luciani avrebbe confidato al fratello Edoardo che il suo primo pensiero era stato di farsi chiamare Pio XIII, ma aveva desistito pensando ai settori della Chiesa che avrebbero strumentalizzato questa scelta.<ref>Stefania Falasca, ''La Speranza è aspettare qualcosa di bello dal Signore'', articolo pubblicato su ''[[30Giorni]]'', agosto 2002.</ref> Subito dopo pensò a "Giampaolo I" per i motivi suddetti ma i cardinali lo convinsero che "Giampaolo" suonasse troppo familiare e fosse meglio "Giovanni Paolo"<ref>[http://www.zenit.org/it/articles/albino-luciani-inedito-seconda-parte Albino Luciani inedito (Seconda parte) | ZENIT - Il mondo visto da Roma<!-- Titolo generato automaticamente -->]</ref> (poi, in sèguito, da alcuni media italiani contratto in "Giovanpaolo").
 
Giovanni Paolo fu il primo nome inedito (anche se costituito da due nomi già usati) scelto da un pontefice dai tempi di [[papa Lando]] (morto nel [[914]]). Da allora, per oltre mille anni, tutti i papi si erano dati o comunque ebbero nomi già appartenuti a un loro predecessore. Anche il successore, [[Karol Wojtyła]], aveva inizialmente pensato a Stanislao, patrono della [[Polonia]], ma avrebbe poi scelto [[Giovanni Paolo II]] in memoria di Luciani. La novità sul nome pontificale introdotta da Luciani viene ripetuta nel [[2013]] dal cardinale gesuita italo-argentino Jorge Mario Bergoglio che sceglie un nome completamente inedito nella storia dei Papi, "Francesco".
 
=== Le innovazioni introdotte da Luciani ===
Utente anonimo