Differenze tra le versioni di "Prontuario dei nomi locali dell'Alto Adige"

nessun oggetto della modifica
Esso s'inscrive nel solco dell'opera di assimilazione italiana dei territori conquistati sul finire delle guerre d'indipendenza e (in ultima analisi) dopo la [[prima guerra mondiale]]; suo primo promotore fu il [[Presidenti del Consiglio dei ministri del Regno d'Italia|primo ministro]] [[Giovanni Giolitti]], nel corso del [[Governo Giolitti V|quinto esecutivo da lui presieduto]].
 
Il repertorio toponomastico approntato dal ''Prontuario'' fu quindi ulteriormente implementato sotto i governi [[governo Bonomi I|Bonomi]] e [[Governo Facta|Facta]] e ufficialmente ratificatpratificato mediante il [[Regio decreto]] del 29 marzo del [[1923]], cinque mesi dopo l'insediamento del [[governo Mussolini]]<ref>[[Camera dei deputati]], [http://www.camera.it/410?idSeduta=0688&tipo=stenografico#sed0688.stenografico.tit00040.sub00070 Intendimenti del Governo in merito all'ipotesi di impugnazione della legge recentemente approvata dal consiglio provinciale di Bolzano in materia di toponomastica - n. 3-02483], intervento del deputato G. Holzmann</ref>.
 
== Premessa ==
Utente anonimo