Apri il menu principale

Modifiche

nessun oggetto della modifica
 
Crisostomo di Smirne, dichiarato santo dalla Chiesa di Grecia, è ricordato, assieme ai prelati Gregorio Kidonion, Ambrosio Moshonision, Prokopio Ikoniou, Efthymio di Zilon e tutti i sacerdoti e i laici morti durante la [[Catastrofe dell'Asia Minore]], la domenica precedente la ricorrenza dell'Innalzamento della Santa Croce nel mese di settembre<ref name="win.italiatibet.org"/>.
 
== Famiglia sopravvissuta ==
Il metropolita Chrysostomos è sopravvissuto ai suoi nipoti, tra cui Yannis Elefteriades, che ha assistito all'arresto e all'esecuzione di suo zio, avendo trovato rifugio al suo fianco dopo l'uccisione dei suoi genitori. Fuggito come rifugiato in Libano, dove oggi suo nipote [[Michel Elefteriades]] è un noto artista e produttore greco-libanese.
 
== Note ==
26

contributi