Differenze tra le versioni di "Sanpei Shirato"

nessun oggetto della modifica
 
== Biografia ==
Il suo vero nome è Noboru Okamoto, e nacque a Tokyo il 15 febbraio 1932. Figlio del pittore [[Otamoko Toki]], Shirato inizia la carriera artistica molto presto, appena terminata l'istruzione media. La sua prima attività è quella di disegnatore nelneil [[kamishibai]], una specie di teatrinoteatro di strada che prevedeva la realizzazioni di disegni su fogli di carta spessi che accompagnavano il racconto orale della vicenda narrata. Si trattava di una forma di intrattenimento piuttosto diffusa, prima dell'avvento della televisione: a quel punto, Shirato decise di cambiare rotta e di intraprendere la professione di [[mangaka]].
 
Avverso all'omologazione che il mercato tradizionale imponeva ai lavori in commercio, così come alla necessità di attenuare la portata comunicativa delle sue storie nell'ottica di una censura necessaria ad una maggior vendita, Shirato rifiuta a lungo di commercializzare i propri lavori attraverso le grandi case editrici, ripiegando sul sistema del ''kashihon'', qualcosa di simile ad un prestito bibliotecario che si poteva ottenere previa modicissima spesa. Quasi tutte le sue opere, ''in primis'' e soprattutto quelle più famose (''Ninja Bugeicho'', ''Kamui Den'', ''Kamui Gaiden'') si diffondono inizialmente tramite questo sistema: non raggiungono mai un pubblico estesissimo, quindi, ma un pubblico fedelissimo e affezionato sì.
826

contributi