Differenze tra le versioni di "Editrice Cenisio"

m
WPCleaner v2.01 - Fixed using Wikipedia:Check Wikipedia (Nota ripetuta)
(WL)
m (WPCleaner v2.01 - Fixed using Wikipedia:Check Wikipedia (Nota ripetuta))
Nel 1960, sul successo della serie televisiva ''[[Le avventure di Rin Tin Tin]]'', esordì la serie a fumetti ''[[Rin Tin Tin & Rusty]]'' che inizialmente pubblicava storie a fumetti tratte dall'omonimo [[comic book]] americano e poi quelle realizzate appositamente da autori italiani per la testata. La serie verrà pubblicata per quasi venti anni.<ref>{{Cita web|url=http://www.guidafumettoitaliano.com/guida/testate/testata/5937|titolo=Guida Fumetto Italiano|sito=www.guidafumettoitaliano.com|accesso=2019-03-28}}</ref><ref>{{Cita web|url=http://www.lfb.it/fff/fumetto/test/r/rintintin.htm|titolo=FFF - RINTINTIN|sito=www.lfb.it|accesso=2019-03-28}}</ref> Nei primi anni sessanta pubblicò le avventure di due personaggi di [[Luciano Bottaro]] e [[Carlo Chendi]], [[Whisky e Gogo]].
 
Nel 1960 subentrò alla Periodici Bunny acquisendone i diritti che dal 1957 gli aveva permesso di pubblicare serie a fumetti incentrate sui personaggi della serie televisiva animata dei [[Looney Tunes]] della Warner,<ref>{{Cita web|url=http://www.lfb.it/fff/fumetto/pers/b/bugsbunny.htm|titolo=FFF - BUGS BUNNY|sito=www.lfb.it|accesso=2019-05-23}}</ref> prodotte negli [[Stati Uniti d'America]] dalla [[Western Publishing]]; a seguito di ciò pubblicherà molte serie incentrate su personaggi come [[Bugs Bunny]], [[Silvestro (Looney Tunes)|Silvestro]] e molti altri; nel 1962 esordì [[Silvestro (fumetto)|''Bug's Bunny presenta Silvestro'']],<ref name="lfb">{{Cita web|url=http://www.lfb.it/fff/fumetto/test/b/bunny.htm|titolo=FFF - BUNNY|sito=www.lfb.it|accesso=2019-05-22}}</ref> che prese il posto di [[Bunny (fumetto)|''Bunny'']], una precedente pubblicazione edita dalla Periodici Bunny; la nuova edizione verrà pubblicata fino al 1981[[Warner Bros.|.]]<ref>{{Cita web|url=http://www.guidafumettoitaliano.com/guida/testate/testata/6442|titolo=Bug's Bunny presenta Silvestro|sito=www.guidafumettoitaliano.com|accesso=2019-05-22}}</ref><ref>{{Cita web|url=http://www.lfb.it/fff/fumetto/test/s/silvestro.htm|titolo=FFF - SILVESTRO|sito=www.lfb.it|accesso=2019-05-22}}</ref> Contemporaneamente pubblicò altre serie ispirate ad altre serie televisive animate della [[Metro-Goldwyn-Mayer]], sempre precedentemente pubblicate dalla Periodici Bunny, come [[Tom & Jerry (fumetto)|''Tom & Jerry'']].<ref>{{Cita web|url=http://www.guidafumettoitaliano.com/guida/testate/testata/7180|titolo=Tom & Jerry|sito=www.guidafumettoitaliano.com|accesso=2019-05-23}}</ref>
 
Pubblicò nel 1964 le serie a fumetti tratte dalla serie televisiva [[Bonanza]].<ref>{{Cita web|url=http://www.guidafumettoitaliano.com/guida/testate/testata/1152|titolo=Bonanza|sito=www.guidafumettoitaliano.com|accesso=2019-05-23}}</ref>
Pubblicò le serie a fumetti tratte dalla serie televisiva ''[[Attenti a quei due (serie televisiva)|Attenti a quei due]]'' dal 1975 al 1977.<ref>{{Cita web|url=http://www.guidafumettoitaliano.com/guida/testate/testata/669|titolo=Attenti a quei due|sito=www.guidafumettoitaliano.com|accesso=2019-05-23}}</ref>
 
Nel 1975 esordì la serie [[La Pantera Rosa (fumetto)|''La Pantera Rosa'']], dedicata all'omonimo personaggio, che venne edita fini al 1992 per 188 numeri.<ref>{{Cita web|url=http://www.guidafumettoitaliano.com/guida/testate/testata/5084|titolo=La Pantera Rosa|sito=www.guidafumettoitaliano.com|accesso=2019-05-23}}</ref> Nel 1978 venne ripresa la testata [[Bunny (fumetto)|''Bunny'']], che venne edita fino al 1989 ripubblicando fumetti già editi nella prima edizione e nella serie Silvestro.<ref>{{Cita web|urlname=http://www."lfb.it/fff/fumetto/test/b/bunny.htm|titolo=FFF" - BUNNY|sito=www.lfb.it|accesso=2019-05-22}}</ref><ref>{{Cita web|url=http://www.guidafumettoitaliano.com/guida/testate/testata/1263|titolo=Bunny|sito=www.guidafumettoitaliano.com|accesso=2019-05-22}}</ref>
 
Durante gli anni ottanta venne interrotta la pubblicazione delle collane della DC Comics (l'ultima collana DC a chiudere fu ''Superman'', nel [[1984]]<ref>{{cita web|autore=Paolo Ottolina|url=http://www.ubcfumetti.com/enciclopedia/superman/ |titolo=Superman - Guida alla lettura|editore=UBCfumetti.com|accesso=31 agosto 2011}}</ref>, e i diritti delle serie della DC Comics passarono ad altri editori, come [[Rizzoli]] e la [[Play Press]], mentre Tarzan non venne più pubblicato in Italia fino al [[2003]]<ref>{{cita web|autore=Francesco Farru|url=http://www.comicus.it/sfoglia-tutti-i-blog/item/46510-tarzan-1|titolo=Tarzan 1|editore=ComicUS.it|data=26 novembre 2003|accesso=31 agosto 2011|urlmorto=sì}}</ref>. Venne invece proseguita la pubblicazione delle sue collane umoristiche (principalmente quelle dedicate ai personaggi della Warner Bros. e Hanna e Barbera fino ai primi anni novanta.
14 343

contributi