Differenze tra le versioni di "David Koloane"

nessun oggetto della modifica
|Nazionalità = sudafricano
}}
Nei suoi disegni, dipinti e collage, l'artista indagaindagò questioni riguardanti l'ingiustizia politica e i diritti umani.
 
== Biografia ==
 
Già durante la scuola superiore cominciacominciò ad interessarsi all'arte, che praticapraticava nel tempo libero. Dal [[1974]] al [[1977]] Koloane frequentafrequentò corsi d'arte presso i Bil Ainsle Studios (diventati successivamente Johannesburg Art Foundation). Nel 1977 Koloane èfu cofondatore della prima galleria d'arte che rappresentarappresentava artisti di colore in Sud Africa, a Johannesburg. Il suo impegno per l'arte lo portaortò ad insegnare, prima part-time, poi a tempo pieno, in un istituto superiore nella township. Nel [[1982]] èfu co-curatore del Culture and Resistance Art Festival di [[Botswana]], dal [[1986]] al [[1988]] èsi curatoreoccupò della Fuba Art Gallery di Johannesburg, e, nel [[1990]] coordinacoordinò da co-curatore il Zabalaza Festival di [[Londra]]. Inoltre, Koloane si è laureatolaureò con una tesi in [[museologia]] all' [[Università di Londra]] nel [[1985]].
 
I lavori di David Koloane sono inclusi in diverse collezioni d'arte nel mondo; tra queste figurano la Johannesburg Art Gallery, la South African National Gallery a [[Città del Capo]], e il Botswana National Museum.
== Lavoro ==
 
David Koloane lavoralavorò in campi piuttosto disparati; egli cercacercò sempre una corrispondenza tra le sue opere e le controversie sociale. FiguraFigurò come collaboratore in diversi cataloghi, mostre e giurie - per menzionarne una, l'Advisory Board del National Arts Council. Ha pubblicatoPubblicò diversi articoli su testate Sudafricanesudafricane e internazionali. Nel [[1998]] Koloane ricevericevette nei [[Paesi Bassi]] il Premio Prince Claus motivato dal suo impegno per lo sviluppo dell'arte in Sud Africa.
 
"Il mio lavoro riflette il paesaggio socio-politico, passato e presente, del Sud Africa. Le condizioni socio-politiche create dal sistema governativo dell'[[apartheid]] hanno immobilizzato la condizione umana, rendendola l'asse attorno alla quale ruota il mio lavoro. La figura umana è diventata [[Icona (arte)|icona]] dell'espressione creativa".<ref>[http://www.artprintsa.com/davidkoloane.html david koloane<!-- Titolo generato automaticamente -->]</ref>
Utente anonimo