Differenze tra le versioni di "Assassini nati - Natural Born Killers"

m
Bot: fix Warner Bros. e Metro-Goldwyn-Mayer (come richiesta)
Etichette: Modifica da mobile Modifica da applicazione mobile Modifica da applicazione Android
m (Bot: fix Warner Bros. e Metro-Goldwyn-Mayer (come richiesta))
Etichetta: Modifica da mobile avanzata
=== Regia ===
[[File:Oliver Stone at 'NBK' conference.jpg|upright=1.4|left|thumb|Il regista del film, [[Oliver Stone]], firma un autografo durante la prima della pellicola]]
Con un montaggio a tratti schizofrenico e l'uso dei più disparati formati di pellicola (pare ne siano stati utilizzati addirittura 18 tra [[35 millimetri|35mm]], [[16 millimetri|16mm]], [[8 millimetri (film)|8mm]], [[VHS|videocassette]], [[Super 8 millimetri|super 8mm]], ecc.)<ref name="intervistaTommyLeeJones">''Chaos Rising'', intervista a [[Tommy Lee Jones]], disponibile sul DVD della [[Warner Bros.|Warner Bros]].</ref> e registri stilistici (ci sono parti a [[cartone animato]], in forma di [[Situation comedy|sit-com]], di programma televisivo e altro), Oliver Stone torna sul tema della violenza, già al centro di almeno un paio dei suoi film precedenti: ''[[Platoon]]'' ([[1986]]) e ''[[Nato il quattro luglio (film)|Nato il quattro luglio]]'' ([[1989]]). Però, mentre in queste due pellicole era stato molto attento agli effetti della violenza, mostrandola realisticamente, in ''Assassini nati'' la violenza viene ''"elaborata per avere un effetto satirico"''.<ref name="CharlieRoseINTERVIEW">''Interview with a Stone'', intervista a Oliver Stone, condotta da Charlie Rose, disponibile sul DVD della [[Warner Bros.|Warner Bros]].</ref> La satira, come ebbe a dire Stone, è il mezzo migliore per spiegare il messaggio del film secondo il quale "''viviamo in un'epoca in cui i media rincorrono la violenza''",<ref name="CharlieRoseINTERVIEW"/> per cui per ogni delitto che si commette dovremmo farci una sorta di esame di coscienza e chiederci quanto non ne siamo parzialmente responsabili noi stessi, come soggetti, e come società.
 
Stone disse anche di aver lavorato al film come un bambino che schizza colori su di una tela: ''"Non mi sono autocensurato"''.<ref name="DatiDVD">''Chaos Rising'', documentario sulla realizzazione del film, disponibile sul DVD della [[Warner Bros.|Warner Bros]].</ref> Questo spiega la forma particolare con cui il film è stato realizzato e presentato e che ha fatto dire al suo produttore che questo è ''"il più grande film sperimentale mai realizzato"''.<ref name="DatiDVD"/> Tra le particolarità del film spicca un montaggio a tratti talmente veloce da lasciare alcuni fotogrammi o piccoli spezzoni come vere e proprie "immagini [[Messaggio subliminale|subliminali]]".
 
Altra particolarità sono gli "sfondi psicologici". Il montatore [[Hank Corwin]] ha rivelato che inizialmente Oliver Stone voleva utilizzare dei paesaggi classici, a sfondo naturale.{{citazione necessaria}} In seguito la troupe gli propose di utilizzare degli sfondi che riflettessero le emozioni e i pensieri del cervello umano. Stone dette il via libera a questa idea promuovendo tutte le altre libere iniziative che fossero sorte anche in fase di lavorazione. Questo rese i 56 giorni di riprese piuttosto caotici ma anche creativi e frenetici, come era appunto nelle intenzioni dell'autore che desiderava trasferire queste stesse caratteristiche sul prodotto finale.{{citazione necessaria}}
Diversa fu la situazione con [[Juliette Lewis]]. In quel caso, il regista rimase stupito - nonostante continuasse a pensare che ''"ci fosse qualcosa che non andava"''.<ref name="DatiDVD"/> Stone rimase abbacinato dal talento della Lewis perché secondo lui non recitava come recita normalmente una donna.<ref name="DatiDVD"/> Concluse ''"non credo le piaccia la recitazione standard, vuole provare sempre nuove esperienze sul set: e interpretare Mallory è una di quelle!"''.<ref name="DatiDVD"/>
 
[[Tommy Lee Jones]] fu entusiasta di recitare in ''Assassini nati'', anche perché aveva già collaborato con Stone in diverse occasioni; ma l'attore ammette che questa fu la volta in cui ''"recitò come non aveva mai recitato"''.<ref name="intervistaOliverStone">''Chaos Rising'', intervista con Oliver Stone, disponibile sul DVD della [[Warner Bros.|Warner Bros]].</ref> Il personaggio da lui interpretato è quello più fumettistico di tutta la pellicola: ''"una persona poco elegante, con una cravatta a pois e un taglio alla [[Studebaker]] del [[1957|'57]]"'' - dice Jones, a proposito di McClusky, il suo personaggio.<ref name="DatiDVD"/> Jones si divertì parecchio durante la lavorazione del film: fu lui a decidere l'abbigliamento e il taglio di capelli del rude direttore del penitenziario.<ref name="DatiDVD"/>
 
Per quanto riguarda la scelta di [[Tom Sizemore]], Stone disse ironicamente di stare creando un tavolo con cinque gambe: c'erano Woody Harrelson, Juliette Lewis, [[Robert Downey Jr.]] e Tommy Lee Jones a renderlo stabile; e Sizemore sarebbe stata la quinta gamba traballante.<ref name="DatiDVD"/>
72 327

contributi