Destra (politica): differenze tra le versioni

Etichette: Modifica da mobile Modifica da web per mobile
Etichette: Modifica da mobile Modifica da web per mobile
 
=== La destra storica ===
La prima volta che in [[Italia]] fece capolino il termine "destra" fu in riferimento alla [[Destra storica]] nata con [[Cavour]] e composta principalmente dai [[proprietari terrieri]] e dall'[[alta borghesia]]. Questo partito governò il Paese dall'[[unità d'Italia|unità]] fino al [[1876]] con laalla fine del [[governo Minghetti II]] nel [[1876]], portando al [[pareggio di bilancio]] dello Stato.
 
Le succedette la [[sinistra storica]], che si sarebbe trasformata nella classe dirigente [[liberale]]. Con l'avvio sulla scena politica del [[Partito Socialista Italiano]] e del [[Partito Popolare Italiano (1919)|Partito Popolare]], si qualificò "destra" la stessa ideologia [[borghese]] e liberale, a differenza di quella [[conservatorismo|conservatrice]] prevalente negli altri paesi. I liberali infatti negli altri paesi furono collocati a sinistra, ma in Italia, a causa del vuoto provocato dall'emarginazione politica dei [[cattolici tradizionalisti]], essi occuparono tutte e due le collocazioni politiche: sia destra che sinistra ([[Galli della Loggia]]). Negli [[anni 1910]] nacque l'[[Associazione Nazionalista Italiana]] che rivendicava le regioni italiane ancora occupate da potenze straniere e che operò per l'entrata dell'Italia nella [[prima guerra mondiale]]. Il [[Fascismo]], che conquistò il potere nel [[1922]], è stato poi catalogato come ideologia di "[[estrema destra]]". In seguito il [[Partito Nazionale Fascista]] assorbì anche l'[[Associazione Nazionalista Italiana]].
287

contributi