Apri il menu principale

Modifiche

Era re dei Belgi
}}
 
Vittoria era la figlia del principe [[Edoardo Augusto di Hannover (1767-1820)|Edoardo, duca di Kent e Strathearn]], quarto figlio del re [[Giorgio III del Regno Unito|Giorgio III]]. Sia il Duca chee sia il Re morirono nel [[1820]], e Vittoria crebbe sotto la supervisione di sua madre, la principessa tedesca [[Vittoria di Sassonia-Coburgo-Saalfeld]]. Ereditò il trono a diciotto anni, dopo la morte senza discendenza legittima dei suoi tre zii paterni. Il [[Regno Unito]] era già in quell'epoca una monarchia parlamentare stabile, nella quale il sovrano aveva pochi poteri politici diretti. In privato, Vittoria cercò di influenzare il governo e la nomina dei ministri, in pubblico si convertì in un'icona nazionale e nella figura che incarnava il modello di forti valori e una personale morale tipica dell'epoca.
 
Si sposò con suo cugino, il principe [[Alberto di Sassonia-Coburgo-Gotha]], nel [[1840]]. I suoi nove figli e venti dei suoi quarantadue nipoti si sposarono con altri membri dell'aristocrazia e della nobiltà europea, unendole tra loro. Ciò le diede il soprannome di «nonna d'Europa». Dopo la morte di Alberto, nel [[1861]], Vittoria incominciò un lutto religioso in cui evitò di apparire in pubblico. Come risultato del suo isolamento il [[repubblicanesimo]] acquistò forza per un po' di tempo. Nella seconda metà del suo regno, però, la sua popolarità aumentò, e i suoi giubilei d'oro e di diamante furono festeggiati in tutto il regno.
=== Incontro con il principe Alberto ===
[[File:Albert of Saxe-Coburg-Gotha.jpg|thumb|Alberto, Principe consorte, marito della regina Vittoria.]]
Nel 1836 la principessa Vittoria, diciassettenne, probabilmente mediante l'interessamento dello zio materno, il re deldei BelgioBelgi [[Leopoldo I del Belgio|Leopoldo I]]<ref>{{Cita|Longford|p. 29}}.</ref>, incontrò il suo futuro marito, il principe [[Alberto di Sassonia-Coburgo-Gotha]]. I due erano primi cugini: il padre di lui era fratello della madre di lei.
 
Lo zio, il re Guglielmo IV, preferendo un matrimonio con [[Alessandro di Orange-Nassau]]<ref>{{Cita|St. Ayubin|p. 43}}.</ref>, disapprovava l'unione, ma le sue obiezioni non dissuasero la coppia<ref>{{Cita|Longford|p. 51}}.</ref>. In ogni caso molti studiosi hanno suggerito che il principe Alberto non fosse particolarmente coinvolto emotivamente dal possibile matrimonio con la giovane Vittoria e che entrò in relazione con lei solo per elevare il suo ''status''; in effetti era un principe tedesco di minore importanza e le chiacchiere di corte suggerirono che la sua azione fosse dovuta anche al desiderio di assecondare la propria famiglia, che avrebbe ambito a quel matrimonio<ref>{{Cita|Stratchey|p. 46}}.</ref>.
La prima figlia della coppia reale, battezzata [[Vittoria di Sassonia-Coburgo-Gotha (1840-1901)|Vittoria]], nacque il 21 novembre 1840. Dalla coppia nacquero altri otto figli. Alberto non fu soltanto il compagno della regina, ma anche un importante consigliere politico e rimpiazzò lord Melbourne nel ruolo di figura dominante della sua vita. Avendo trovato un partner per la vita Vittoria non aveva più bisogno della compagnia delle signore legate al partito ''Whig''. Così, quando il partito ''Whig'' guidato da Melbourne perse le elezioni e venne rimpiazzato dai ''Tory'' di Peel — e questi rimpiazzò le signore fedeli al suo partito alla corte reale — la crisi della ''Bedchamber'' non si ripeté.
[[File:Edward Oxford tries to shoot Queen Victoria in 1840 by JR Jobbins.jpg|left|thumb|400x400px|Il tentativo di assassinio della regina da parte di Edward Oxford in un'illustrazione d'epoca.]]
Durante la prima gravidanza di Vittoria, il 10 giugno 1840, il diciottenne [[Edward Oxford]] tentò di assassinarla mentre stava passeggiando in carrozza con il principe Alberto nelle [[strade di Londra]]. Oxford sparò due volte, ma entrambi i colpi mancarono il bersaglio. Fu processato per [[alto tradimento]], ma fu riconosciuto malato di mente<ref>{{Cita|St Aubyn|pp. 160-161}}.</ref>. In molti si sono interrogati sui motivi dell'atto, ma probabilmente Oxford semplicemente cercava la notorietà. Alcuni sostengono che una cospirazione del movimento del [[Cartismo]] (organizzazione degli [[Anni 1830|anni trenta]] che chiedeva riforme sociali) fosse celata dietro il tentativo di assassinio, mentre altri attribuiscono il colpo a persone legate al suo erede e zio, il re di Hannover. Queste teorie di cospirazione portarono a un'ondata di patriottismo e lealtà<ref>{{Cita|Urbach|p. 60}}.</ref>. L'attentato non ebbe alcuna conseguenza sulla salute della regina o sulla sua gravidanza. Nel novembre 1841 nacque il [[principe di Galles]], il futuro re [[Edoardo VII del Regno Unito|Edoardo VII]].
L'attentato non ebbe alcuna conseguenza sulla salute della regina o sulla sua gravidanza. Nel novembre 1841 nacque il [[principe di Galles]], il futuro re [[Edoardo VII del Regno Unito|Edoardo VII]].
 
Il 13 giugno 1842 Vittoria fece il suo primo viaggio in treno, partendo da [[Slough]] (vicino al [[Castello di Windsor]]) arrivò a [[Paddington]] (nel centro di [[Londra]]) a bordo di una carrozza reale allestita dalla compagnia ''[[Great Western Railway]]''. Compagni di viaggio furono l'inseparabile marito e l'ingegnere della compagnia ferroviaria, [[Isambard Kingdom Brunel]].
49 678

contributi